martedì 19 ottobre 2010

SE IL PANE AVANZA

PAPPA AL POMODORO

















Per 400 gr. di pane raffermo occorrono folioline di basilico, 1 porro, 1 bicchiere di olio extravergine, 400 gr. di pomodori pelati, 1 litro di brodo, sale e pepe. Preparate un soffritto con il porro, aggiungete i pomodori pelati e fate cuocere per 15 minuti; poi versare il brodo caldo, aggingere un po' di sale e pepe e il basilico tritato finemente. Quando il sugo sarà cotto, immergetevi il pane a fette o a tocchetti e lasciate cuocere per 10 minuti. Ultimata la cottura, lasciare riposare per almeno 20 minuti, servite a tavola con un filo d'olio e un po' di pepe.



PANE DOLCE



















Per 6 fette di pane occorrono 50 gr. di burro, biscotti secchi, 1 bicchiere di latte, 2 uova, 50 gr. di mandorle sgusciate, 75 gr, di zucchero. Imburrate uno stampo per dolci e cospargete il fondo con dei biscotti secchi ben sbriciolati; disponetevi le fette di pane. Montate un uovo intero e un tuorlo con lo zucchero, il latte e il burro fuso, amalgamate il tutto e aggiungete infine le mandorle triatate. Versate il composto ottenuto sul pane e infornate per 20 minuti.


CURIOSITA'
PERCHE' GLI ANZIANI CONSIDERANO MALEDUCAZIONE CAPOVOLGERE IL PANE A TAVOLA? La credenza risale all'inizio del XV secolo. In quel tempo il re di Francia, Carlo VII, aveva sancito una tassa in natura a favore del boia. Il pane destinato dai panettieri a questo non simpatico personaggio veniva posto sul bancone rovesciato, in modo che fosse ben evidente la destinazione.

8 commenti:

  1. uhhh la pappa al pomodoro mi fa venire in mente gian burrasca! la voglio provare, grazie!!

    RispondiElimina
  2. ahhh ... Chiara, questo pane dolce!
    Fin da bambina ho passione per il panino! ...
    grazie per aver condiviso la ricetta!
    baci ;))

    RispondiElimina
  3. ...e quando avanza?!
    simatico l'aneddoto sul pane rovesciato, mia madre mi diceva sempre di non rovesciarlo perchè rappresenta il corpo di cristo, deve esserselo inventato. baci

    RispondiElimina
  4. Ciao Chiara!
    Hai postato due modi davvero originali di reimpiegare il pane avanzato senza farne uno spreco!
    Ottima sia la ricetta salata ( mia zia me la preparava da piccola) che quella dolce, le sperimentero' entrambe!
    Un abbraccio, Dona

    RispondiElimina
  5. @ Cara Laura, sono contentissima ti sia piaciuta la ricetta della "pappa al pomodoro"!!! Così ti farà un po' di compagnia a Vienna!!!

    @ Cara Denise, è sempre un piacere averti nel mio blog.

    @ Cara Ady, anche mia nonna diceva la stessa cosa, chissà non ci sia un fondo di verità anche in questo!!!

    @ Ciao Donatella, dopo averla provata dimmi come ti è venuta. Baci.

    RispondiElimina
  6. non c'è complimento più grande che possano fare ad una donna di quello che mi hai fatto tu, sembro un bambina? stampo il tuo commento e lo incollo sul comodino!

    RispondiElimina
  7. Ciao Chiara, che belo il tuo blog..
    Ovviamente mi è piaciuta tantissimo l'iniziativa che hai avuto sui pani d'Italia e da golosa quale sono non potevo non commentarti proprio il post sul pane dolce ;)
    Un caro abbraccio, Sara!!

    RispondiElimina
  8. @ Cara Ady... che ci posso fare se sembri una bambina!!!!!! baciiii.

    @ Ciao Sara, grazie per i complimenti e benvenuta. Corro a visitare il tuo blog!!!

    RispondiElimina

Related Posts with Thumbnails