domenica 1 settembre 2013

LAVORI IN CORSO





Mi devo congedare da voi per un po' di tempo. Queste vacanze infatti le passerò a lavorare. Lavorare ad un sogno che covo da anni, un sogno che mi tiene sveglia e mi fa sorridere, un sogno che mi fa camminare 100.000 metri sopra il cielo.







Ci accingiamo a cambiare casa!!! Il nostro nido d'amore è rimasto un po' stretto: è ora di emigrare verso altri lidi, verso altre avventure. Mi piace lavorare: scorticarmi le mani, sudare, faticare, sollevare pesi, sporcarmi, mi piace costruire giorno dopo giorno la nostra nuova casa. Una nuova vita sta per iniziare ed io non sto più nella pelle!!!

Vi saluto quindi perchè nelle fasi finali non avrò tempo per aggiornare Biancheggiando.

Sono feliceeeee: non potete neppure immaginare quanto... siatelo anche voi con meeeeee...


sabato 31 agosto 2013

MARIANNE MOORE









































MARIANNE MOORE (1887-1972)

Marianne Moore nasce a Kirkwood (Missouri), nel 1887, figlia di un ingegnere e inventore, John Milton Moore, cresce però nella casa del nonno, perchè il padre è stato ricoverato in un ospedale psichiatrico poco prima della sua nascita. Nel 1905, la Moore frequenta il College in Pennsylvania e si laurea quattro anni dopo. Insegna poi all'Indian Industrial School fino al 1915, anno in cui comincia a pubblicare poesie professionalmente. Grazie ai suoi viaggi in Europa Marianne Moore attrae l'attenzione di vari poeti, tra cui Wallace Stevens, William e T. S. Eliot. Dal 1925 al 1929, la Moore lavora come editore della rivista letteraria e culturale The Dial. Il suo Collected Poems del 1951 è il lavoro più premiato: ha ricevuto tra gli altri premi anche il Premio Pulitzer. La  Moore ama recarsi a incontri di pugilato, partite di baseball e altri eventi pubblici vestita in quello che divenne poi il suo abbigliamento tipico, un cappello a tricorno e un mantello nero. Appassionata di atletica e di atleti, era una grande ammiratrice di Muhammad Ali. Muore a New York nel 1972.


A UNA LUMACA

Se "la concentrazione è il primo dono dello stile",
tu la possiedi. La contrattilità è una virtù,
così come modestia è una virtù.
Non già l'acquisizione di una cosa qualsiasi
capace di adornare,
o la qualità incidentale che per avventura
si accompagni a qualcosa di ben detto,
non questo apprezziamo nello stile,
ma il principio nascosto:
nell'assenza di piedi, "un metodo di conclusioni";
"una conoscenza di principi",
nel curioso fenomeno della tua antenna occipitale.


 

venerdì 30 agosto 2013

IGIENE DELL'ASSASSINO







































Questa estate mi sono letteralmente data alla lettura... non potendo andare in vacanza mi concedo qualche viaggio con la fantasia. Questo libro mi ha entusiasmata così tanto che l'ho letto in un giorno!!!

Il premio Nobel per la letteratura Prétextat Tach è affetto dalla rarissima "sindrome di Elzenveiverplatz", un cancro alle cartilagini (il nome è inventato dall'autrice) che gli lascia solo due mesi di vita. La stampa di tutto il mondo implora un'intervista con lo scrittore, recluso da anni. Il segretario di Tach fissa un incontro al giorno: quattro giornalisti si succedono dal 14 al 17 gennaio 1991. Dagli incontri emerge uno scrittore misogino, cinico, intollerante e provocatore; accolto in una stanza buia, il giornalista è messo fin da principio a disagio ed è in breve tempo distrutto dalla dialettica sadica e spietata del premio Nobel. Il 18 gennaio si presenta una giornalista e i ruoli sembrano invertirsi. A differenza dei precedenti, la giornalista mostra di conoscere bene lo scrittore, di aver letto i suoi libri, e imposta l'intervista con uno scopo preciso: scavare nel passato di Tach, ispirata dal suo unico racconto lasciato incompiuto intitolato proprio Igiene dell'assassino.



mercoledì 28 agosto 2013

LANCIO DEL TELEFONINO





E' dal 2000 che in Finlandia si svolgono i Mobile Phone Throwing World Championships, i campionati del mondo di lancio del cellulare che dopo tredici anni è diventato un raduno di sportivi e appassionati provenienti da tutto il mondo. E' sicuramente lo sport più divertente e liberatorio del momento: telefonini che librano nell’aria per decine di metri regalando, anche solo per un giorno, un momento di sfogo. In Italia dal 2009 si svolge il campionato nazionale di lancio del telefonino. I-phone, Smartphone Android, Smartphone Multi-Tasking Dual volteggiano nell'aria prima di distruggersi al suolo. Il record del lancio più lungo è detenuto da un finlandese Ere Karjalainel con un lancio di 101 metri.

Che ne dite partecipiamo tutti il prossimo anno?!?!?



sabato 24 agosto 2013

BABY LIFE





 




























































Vi siete mai guardati allo specchio mentre addentate una fetta di limone??? Oppure, avete mai pensato di fotografare i vostri figli mentre assaggiano per la prima volta questo agrume?! April Maciborka e David Wile lo hanno fatto realizzando un irresistibile servizio fotografico immortalando l'incontro tra 18 bambini ed il limone. La raccolta di immagini è stata prodotta grazie all'aiuto di alcuni loro amici, ma anche di perfetti sconosciuti che hanno partecipato a questo esperimento con i loro figli.

Al momento dello scatto fotografico i piccoli indossano tutti lo stesso bavaglino; le reazioni vanno dal disgusto alla curiosità, dalle lacrime causate dall'asprigno del limone all'entusiasmo di alcuni (pochi) bambini. Ora tocca a voi, se i vostri figli/e, nipoti o sorelle e fratelli non hanno ancora fatto questa esperienza, non vi resta che prendere una macchina fotografica, una fettina di limone ed il gioco è fatto!!!

Per vedere le fotografie di April clicca qui, per quelle di David qui.  

venerdì 23 agosto 2013

100 WORLD KISSES



























Un giovane fotografo argentino, Ignacio Lehmann, lo scorso anno ha avuto l'idea durante un viaggio a New York di andare a caccia di baci. Baci da immortalare, per le strade di tutto il mondo. Da qui nasce il progetto ''100 World Kisses'' che lo ha portato da Roma a Berlino, da Città del Messico a Tokyo e Parigi. 



In ogni città fotografa 100 baci. Baci che poi mette sulla sua pagina Facebook dove racconta poi anche la storia dei due innamorati immortalati dalla sua macchina fotografica. Alcune foto sono magnifiche!!!





martedì 20 agosto 2013

CANGIARI



Cangiari è un marchio. Un marchio che raccoglie una filiera di cooperative sociali che inseriscono al lavoro persone svantaggiate e che si oppongono alla "ndrangheta". "CANGIARI” vuol dire “cambiare” in idioma calabrese e siciliano. “Cambiare” in senso transitivo (il mondo) e riflessivo (se stessi). 






Le collezioni Cangiari sono interamente realizzate in Calabria con materiali pregiati e lavorazioni artigianali di alta qualità. Ogni capo è unico perchè reso prezioso dalle applicazioni di artigianalità tessile d'eccellenza: ricami a mano e tessuti al telaio, realizzati secondo le antichissime tradizioni calabresi, rivisitati e attualizzati. Cangiari predilige la versione biologica e naturale dei tessuti unendo così ricerca e innovazione nel massimo rispetto per l'eco-sistema. Stile e sostenibilità nel rispetto pieno e assoluto del “made in Italy”, e ancor piu’ esattamente, del “fatto a mano in Calabria”. Tutta la filiera di produzione è composta da cooperative che “abitano il proprio territorio”, si prendono cura delle comunità di appartenenza, si battono contro le mafie e inseriscono al lavoro persone svantaggiate. Gli abiti Cangiari hanno anche sfilato alla settimana dell'alta moda a Roma. 




lunedì 19 agosto 2013

IL LUNEDI DELLA LUMACA



Quasi impossibile non innamorarsi delle belle porcellane Hered. In particolare a me piace molto il servizio di porcellana Polka caratterizzato da un decoro minimalista, equilibrato ed elegante.

venerdì 16 agosto 2013

HAPPY FOOD







































Ecco un bel DIY culinario per preparare dei gustosi lecca-lecca estivi!!! Buon weed-end ferragostino cari amici biancheggianti!!!



Related Posts with Thumbnails