mercoledì 31 luglio 2013

UNA RAGAZZA DA TIFFANY









































Dopo la "Passione d'Artemisia" eccomi entrare nel mondo di Clara nel libro di Susan Vreeland. Nel suo libro Susan ci porta indietro nel tempo nel 1892, a Manhattan, dove un’elaborata insegna in bronzo fa bella mostra di sé. Tiffany Glass & Decorating Company. Oltre quella porta, si schiude un grande salone con enormi vetrate appese al soffitto e imponenti mosaici poggiati alle pareti. E poi vasi dalle linee morbide, pendole, candelabri Art Nouveau, lampade con paralumi di vetro soffiato in mille splendidi colori. È il regno di Louis Comfort Tiffany, pittore e delle Tiffany girls, le ragazze di Tiffany, come sono chiamate a Manhattan le donne che l’artista ha riunito attorno a sé. Radunate nel laboratorio al quinto piano, le ragazze tagliano il vetro con estro, e disegnano e dipingono alacremente. Vi è Wilhelmina, impertinente diciassettenne dall’alta statura, Mary diciottenne dai capelli rossi, Cornelia, riservata e taciturna, Agnes, l’altera, la prima donna cui Tiffany ha accordato l’onore di dipingere i soggetti delle sue vetrate. E, infine, Clara Wolcott Driscoll. Giovane vedova in un laboratorio dove vige la regola, imposta dal padre di Louis, di impiegare solo fanciulle non maritate, Clara è l’artefice autentica delle creazioni Tiffany. È lei, infatti, a ideare quegli oggetti meravigliosi, i paralumi di vetro soffiato, decorati con uno stile che sembra celebrare la gioia e il mistero di un secolo che deve ancora iniziare. Una ragazza da Tiffany è, soprattutto, la sua storia. Una storia in cui Susan Vreeland non celebra soltanto un talento misconosciuto, ma illumina anche gli slanci, i desideri e le ambizioni di una giovane donna nella metropoli americana pronta a tuffarsi nella grande avventura del Novecento.




lunedì 29 luglio 2013

IL LUNEDI DELLA LUMACA



Smateria è il luogo in cui i pensieri incrociano la libertà. La libertà di progettare, realizzare, trasformare e vendere. Smateria nasce dall'idea di Elisa e Jennifer che dopo aver girato il mondo decidono di fermarsi e mettere a frutto il loro entusiasmo e le loro conoscenze in forme colorate di abiti, cappelli e borse. Smateria è quindi una piccola azienda nata nel 2005 dove classico o moderno, vintage o avangarde, rock o metal, si mischiano influenzandosi a vicenda. Il loro motto è "Nulla si crea, nulla si distrugge, tutto si Smateria".
 

Il portachiavi è realizzato utilizzando una rete, fitta, resistente, leggera, un materiale povero definito "zanzariera" la materia prima per tutte le loro creazioni, dal design italiano e cucite dalle mani sapienti di esperti sarti cambogiani.


domenica 28 luglio 2013

LO SHAMPOO




In questa afosa giornata di luglio mi sono ritrovata ad ascoltare Giorgio Gaber. E così mentre tutti dormono io mi rilasso con questa canzone (grazie Daniele). Buona domenica a tutti.

sabato 27 luglio 2013

H.D.



HILDA DOOLITTLE (1886-1961)

Hilda nasce nel 1886 a Bethlehem in Pennsylvania. Figlia di un astronomo, frequenta il college Bryn Mawr ritirandosi prima della fine del corso. Partecipa attivamente alla nascita del movimento imagista guidato da Ezra Pound, con il quale ebbe una relazione amorosa. Si distaccò con la maturità dallo stile modernista per abbracciare temi mitologici e personali, influenzati in parte dalle teorie psicoanalitiche di Carl Gustav Jung. Nel 1911 Hilda si trasferisce a Londra e tornando solo occasionalmente in America. Nel 1913 sposa il romanziere e poeta inglese Richard Aldington da cui avrà una figlia ma dal quale si divorzierà poco tempo dopo. Scrittrice a tutto tondo, non disdegna nemmeno le esperienze nel settore teatrale e nel genere del romanzo. La morte in guerra del fratello e in patria del padre le procurano un grave esaurimento nervoso che la indussero a un viaggio in Egitto e in Grecia, dove poi si stabilì. Apertamente bisessuale ebbe una lunga relazione con la poetessa Annie Winifred Ellerman, con la quale divise spesso i suoi amori maschili. Muore nel 1961 a Zurigo.



DORMONO NEL VENTO

Più bianchi
della crosta
lasciata dalla marea
siamo punti dalla sabbia scagliata
e dalle conchiglie spezzate.

Più non dormiamo,
dormiamo nel vento,
ci destammo e fuggimmo
per il portale piraico.

Strappate -
strappate un altare per noi
svellete i massi della scogliera,
ammucchiateli con le ruvide pietre.
Più non
dormiamo nel vento.
Propiziateci.

Cantate in un lamento
che mai si fermi.
Segnate un cerchio col passo e fate omaggio
di un canto. 

Quando lo scroscio di un'onda caduta
in esso irrompe,
versate misuarte parole
di sparvieri di mare e di gabbiani 
e di uccelli marini che gridano
suoni discordi.





venerdì 26 luglio 2013

HAPPY FOOD



L'estate è per me il periodo che maggiormente dedico alla cucina. Avendo più tempo a disposizione ci metto più cura e amore. Purtroppo durante il resto dell'anno, a parte la domenica, vado sempre di corsa e quando rientro la sera dal lavoro trovo ad aspettarmi tutta la tavola ancora apparecchiata dal pranzo!!! 




Appassionata dei cibi salati preparo i dolci per Riccardo e le gnome senza neppure assaggiarli!!! Quando ho tempo mi piace curiosare tra i food blogs dove ammiro le fotografie e alle volte mi sembra quasi di sentirne l'odore. Tra i miei food blogs preferiti c'è certamente Everything is poetry. Poetico e saporito al tempo stesso. Un viaggio culinario assolutamente da non perdere!!!





giovedì 25 luglio 2013

BUONGIORNO






































Questa mattina ci siamo svegliate tardi. Ora preparo la colazione. Ci vuole proprio un buon tè con pane e marmellata. Magari da servire davanti a questa bellissima lampada di Mum Said!!! Buona giornata a tutti voi!!!




mercoledì 24 luglio 2013

CECILIA VIGANO'



Artisti non ci si inventa: ci si nasce. Una persona che conosco è molto affascinata dal mondo delle persone creative: dalla loro vita, dai loro progetti, dalle loro creazioni e si sforza ormai da anni di essere una di loro. Quello che dice, che scrive e che fa lo dimostrano. Purtroppo per lei però è tutta fatica sprecata, soldi e tempo buttati. La vedo insoddisfatta della sua vita che cerca invano di far apparire eclettica e stravagante come le protagoniste di qualche film hollywoodiano. Recita una parte che non le appartiene e che fa acqua da tutte le parti. Mi fa molta tristezza e vorrei che fosse felice così come è anche se non è nata con il sangue dell'artista!!!






Proprio a questo proposito vorrei presentarvi Cecilia Viganò, una artista vera, una artista a 360°, una donna creativa che passa dal disegno alla fotografia, dalle stoffe ai gioielli e ad ogni altro materiale le capiti tra le mani. Tutto ciò che fa è bellissimo ed è stato difficilissimo scegliere le immagini da inserire in questo post. Buon solleone a tutti (finalmente)!!!


martedì 23 luglio 2013

lunedì 22 luglio 2013

IL LUNEDI DELLA LUMACA









Per chi ama il vintage e allo stesso tempo segue le ultime tendenze di design consiglio le bellissime lampadine create dallo studio Young and Battaglia  che ha realizzato una serie di lampadari fondendo il concetto di lampadina con quello di candelabro. 






Insomma se pensate che un candelabro vero e proprio stonerebbe con l'arredamento della vostra sala potrete sempre acquistare una King Edison pendant lamp!!! Buona settimana biancheggiante a tutti!!!




sabato 20 luglio 2013

BABY LIFE






Uno dei giochi che preferisco fare con le mie bimbe in spiaggia è sicuramente quello delle biglie. La parte più divertente è quella della costruzione della pista dove vanno via almeno un paio d'ore. Mi piace creare ponti, sottopassaggi e farla più lunga possibile. Ora però grazie a Quercetti è possibile costruire una pista per biglie anche in casa. Io oserei dire che l'idea è davvero grandiosa!!!



venerdì 19 luglio 2013

L'ART DE LA TABLE DE CHRISTIAN LACROIX







Io che adoro i piatti non ho potuto che innamorarmi subito di queste bellissime porcellane disegnate da Christian Lacroix per un azienda portoghese. Piatti, tazze e tazzine  personalizzabili in infinite combinazioni.









































Quattro infatti i temi scelti, dalle farfalle in volo alle righe bianche e nere, dai monumenti di Arles a Gaudi, il tutto da mischiare e rimischiare a piacimento per accostamenti classici e audaci allo stesso tempo!!! 



mercoledì 17 luglio 2013

GUIM TIO'







































Il suo nome è Guim Tiò Zarrluki classe 1987 nato a Barcellona è diventato famoso nel 2010 quando ha esposto i suoi quadri nella Galleria Sala Parés di Barcellona. Bella la sua iniziativa "The Facebook Project" durante la quale ha ritratto una selezione di amici di FB. 







Si è inoltre esibito in molte città come Strasbourgo, Madrid e in California. Io ne sono rimasta subito folgorata!!!




martedì 16 luglio 2013

PONTREMOLI: SALOTTO D'EUROPA





Comodamente immersi in un salotto allargato ma accogliente come piazza della Repubblica di Pontremoli, da ieri sera si discute con personalità di spicco della cultura, della politica e delle istituzioni. Con essi il pubblico può dialogare e porgere le proprie domande. Già nel passato Pontremoli fu un centro di diffusione della cultura, grazie alla sua posizione lungo la via Francigena, beneficiando perciò del passaggio di uomini dotti di ogni provenienza. Un po’ come allora gli intellettuali contemporanei si offrono al pubblico con le loro considerazioni sulle questioni del lavoro, dell’economia, sulla morale, la politica, la giustizia, la sicurezza e la scienza.



Nata nel 2004 per volere di un gruppo di privati con la passione per Pontremoli ecco a voi il programma della IX edizione di "Pontremoli: salotto d'Europa".


lunedì 15 luglio - ore 21.00 - Milena Gabanelli
mercoledì 17 luglio - ore 21.00 - Catena Fiorello
giovedì 18 luglio - ore 18.00 - Marcello Sorgi

mercoledì 24 luglio - ore 21.00 - Peter Gomez
sabato 27 luglio - ore 21.00 - Massimo Franco
domenica 28 luglio - ore 21.00 - Enrico Mentana
martedì 30 luglio - ore 21.00 - Ivana Spagna
mercoledì 31 luglio - ore 21.00 - Roberta Bruzzone
sabato 3 agosto - ore 21.00 - Lele Mora
domenica 4 agosto - ore 18.00 - Mario Giordano
lunedì 5 agosto - ore 21.00 - Paolo Guzzanti
martedì 6 agosto - ore 21.00 - Emilio Fede
sabato 10 agosto - ore 21.00 - Marina Ripa di Meana
lunedì 12 agosto - ore 21.00 - Antonella Boralevi
martedì 13 agosto - ore 21.00 - Vittorio Sgarbi





lunedì 15 luglio 2013

IL LUNEDI DELLA LUMACA







































Se avessi la Swingrest di Dedon potrei anche non andare in vacanza!!! Buona settimana luglianese a tutti!!!



sabato 13 luglio 2013

SENZA TITOLO








Finalmente un giorno di mare... e così mi viene da pensare a te che mi piaci così tanto... da pensare che questa canzone del 1973 descrive nei dettagli come io vedo il mare, come io vedo te... come io ti sento ogni giorno sempre di più dentro di me... non vedo l'ora di "vivere" questa canzone insieme a te... 







"sapore di mare, sapore di sale 
che hai sulla pelle che hai sulle labbra...
quando esci dall'acqua e ti vieni a sdraiare vicino a me...
sapore di cose lasciate lontane da noi,
dove il mondo è diverso, diverso da qui... 
qui il tempo è dei giorni che passano pigri...
mi butto nell'acqua e ti lascio a guardarmi
e rimani da solo nella sabbia e nel sole...
poi mi lascio cadere così nella sabbia e nelle tue braccia
e mentre ti bacio sapore di sale, sapore di mare, sapore di te..."




AMMORE, VENGO A PRENDERTI: TI PORTO AL MARE, TI PORTO VIA...




venerdì 12 luglio 2013

EIKO OJALA

 





A guardare le immagini qui sopra è davvero difficile pensare che si tratti di pezzi di carta incollati l’uno sull’altro. Tutto questo è Eiko Ojala, illustratore e graphic designer che ama esprimere la sua arte attraverso meravigliose creazioni di carta. La sua paper art è semplice, allegra e colorata. Con questa tecnica pop, realizza paesaggi, ritratti ed anche origami.



giovedì 11 luglio 2013

MOO








Quando si dice un orologio coi baffi!!! E' l'originalissimo nuovo modello di Mykonos-Design: MOO. Oltre che al polso potrete metterlo nel taschino o al collo come fosse un ciondolo.






mercoledì 10 luglio 2013

LA RAGAZZA DI BERLINO



















Una grande storia d'amore tra le rovine di Berlino, tra un mondo che scompare e una nuova vita che si affaccia. Mossa dalla voglia di aiutare gli altri la giovane Claire, figlia del grande scrittore François Mauriac, durante la Seconda Guerra Mondiale presta servizio come autista della Croce Rossa nel sud della Francia. Impavida percorre le strade a notte fonda, trasportando feriti, agonizzanti, assistendo a scene dolorose, di sangue e morte, mentre aiuta contemporaneamente la Resistenza francese. E quando la guerra finisce la giovane decide, contro il volere dei suoi, di spingersi fino nel cuore della Germania sconfitta: Berlino, distrutta e occupata dalle forze alleate. Le rovine di Berlino diventano così scenario di una grande storia d'amore. 



























L'autrice del libro è Anne Wiazemsky la figlia di Claire. Ed è anche per questo che mi è piaciuto leggerlo, perchè, racconta una storia vera. 




martedì 9 luglio 2013

SALDI

























Vi ho già parlato di Sartoria Vico... be' ora ci sono i saldi anche !!!





lunedì 8 luglio 2013

IL LUNEDI DELLA LUMACA


Per chi come me non ha fatto neppure un giorno di vacanza. Ecco qualcosa di carino da mettere sopra la scrivania. Qualcosa che ricordi la primavera e porti anche dentro gli uffici più bui una ventata d'estate!!!






Per acquistare  fate un salto QUI.



sabato 6 luglio 2013

L'ANGOLO DI FABIENNE


COMBUSTIBILE: DUE INCIDENTI INQUIETANTI IN 15 GIORNI.

La sicurezza dei trasporti di materie nucleari è realmente "sotto controllo", come assicurano le autorità competenti? Due incidenti più che inquietanti provano che non è cosi, che il combustibile nucleare, qualunque sia il suo stato, può diventare - e forse lo è già - l'incubo di domani a causa di una cinquantina di anni di sfruttamento intensivo dell'atomo elettronucleare.

Amburgo, 1 maggio 2013,: incendio di una nave contenente 9 tonnellate di combustibile nucleare

Duecento pompieri del porto di Amburgo (Germania) sono riusciti in-extremis ad isolare parecchi container contenenti 9 tonnellate di UF6 che rischiavano di essere raggiunti dall'incendio scoppiato a bordo del porta-container gigante Atlantic Cartier. La nave è stata danneggiata pesantemente dal violento incendio che è stato alimentato dalla presenza di prodotti chimici e di circa 4 tonnellate di esplosivo, una merce che, intelligentemente, si trovava vicino al carico di combustibile nucleare. 
 (1) il porta-container "Atlantic Cartier" (CGM) il 1 maggio nel porto di Amburgo (The Local)


Le autorità portuali e municipali avrebbero nascosto l'incidente alla popolazione.
Secondo Anjes Tjarks, deputato verde del parlamento di Amburgo, la municipalità avrebbe tentato di soffocare l'affare e precisa anche che in questo affare, "si deve realmente parlare di una dissimulazione", un atto scandaloso nei confronti degli abitanti della città che dovevano essere informati al più presto riguardo questa "quasi-catastrofe". Per capire la rabbia del deputato, bisogna precisare che lo stesso giorno ad alcune centinaia di metri dall'incendio era stata organizzata una festa religiosa che riuniva decine di migliaia di membri di una chiesa evangelica

Un carico altamente sensibile?

Il carico di UF6 era probabilmente destinato ad alimentare la fabbrica di arricchimento tedesca di Lingen, in Bassa-Sassonia, ma le autorità di Amburgo restano molto evasive sulle "questioni di sicurezza"; in effetti la vera sicurezza consisterebbe piuttosto nell'isolare i carichi pericolosi, soprattutto quando esiste il rischio di dispersione di materie radioattive. Unire le spedizioni in questo modo significa aggiungere rischio per raccimolare alcuni Euro sui costi di trasporto. Le autorità intendono proteggersi da eventuali bombe "sporche" dei terroristi ma praticando tali metodi di trasporto in modo regolare (2), i governi non hanno neanche bisogno di terroristi: fanno essi stessi il lavoro.


Fonti:
Burning ship had tonnes of radioactive material – The Local, 18513
Hamburg ‘avoids radiation disaster’ as ship loaded with fissile material, explosives burns – Russia Today, 18513
Großfeuer auf Schiff in Hamburg-Youtube (DTV), 7513


Algeri, 9 aprile 2013, 3 container di materiali radioattivi scoperti dai doganieri algerini.

Altro porto, altro paese, altro carico radioattivo: alcuni doganieri algerini hanno scoperto un'attività radioattiva sospetta su tre container contenenti delle "pietre" di cui l'analisi è in corso. Secondo il quotidiano Le Soir d'Algerie, che ha pubblicato l'informazione ripresa solo da alcuni rari media francesi, di cui Le Monde e Courrier International, il carico radioattivo proverrebbe dal porto cinese di Quingdao e potrebbe essere destinato al traffico di rifiuti radioattivi nord-africani. Per il momento nessuna precisione è stata fornita sul tipo esatto di radionuclidi scoperti ed il mezzo sul quale questi erano depositati, le ipotesi più verosimili potrebbero essere sia un traffico di minerale di uranio grezzo, (le famose "pietre" ritrovate), un elemento debolmente radioattivo ma di cui l'attività totale dipende evidentemente della quantità di materiale che si trova nei carichi, o un traffico di combustibile irradiato asiatico che sarebbe destinato segretamente ad un deposito illegale situato in Africa. Questa ultima ipotesi sembra tuttavia poco verosimile, a meno che lo scopo del traffico non sia il recupero di una parte della pericolosa merce. Nel caso contrario, è evidentemente più facile scaricare discretamente il carico nel bel mezzo dell'oceano indiano: non visto, non preso! Queste "pietre radioattive" devono dunque rappresentare un valore di scambio non trascurabile agli occhi degli organizzatori del traffico.

Confusione delle tracce


Come spesso succede in questo genere di affare, un gran numero di precauzioni sono state prese per evitare di rintracciare il carico pericoloso e giungere ai mandanti: nave con bandiera, (di convenienza) ,di Antigua (3), scalo a Malta, documenti cinesi, porto di destinazione africano, società algerina… Le autorità faranno probabilmente fatica a risalire la pista nucleare, supponendo che queste ultime vogliono darsene realmente la pena.

Quanti container trasportano "anonimamente" dei materiali radioattivi, legittimi o no?

Questi due affari rivelati ne nascondono probabilmente centinaia di altri che passano attraverso le maglie delle reti e di cui la scoperta è dovuta spesso alla fortuna o ad una informazione interna data sotto ricompensa. Qualunque sia il senso del traffico radioattivo (in aumento o in diminuzione), le enormi quantità di materiali radioattivi che circolano in particolare nell'ambito del settore dell'industria elettronucleare, sono altrettanti rischi di incidenti di ogni tipo, dal naufragio all'incendio passando per il traffico, il dirottamento del carico o ancora un attacco "terroristico."
Se in seguito ad un evento poco probabile ma tuttavia considerabile-la fissione nucleare si fermasse dall'oggi al domani, questi trasporti di materie radioattive di origine elettronucleare non cesserebbero definitivamente prima di alcune decine di anni a causa delle scorte considerevoli di cui una parte è rimessa regolarmente in circolazione in occasione dello stoccaggio AFR (4) o ancora del riciclaggio di combustibile, ecc.

(2) l'Atlantic Cartier ed una parte del suo carico (Marina mercantile)

Fonte:
Découverte de déchets radioactifs au port d’Alger – Le Soir d’Algérie, 16513

1)UF6-Hexafluoride di uranio, elemento intermedio tra i minerali di uranio grezzo ed il combustibile nucleare finale
2)Amburgo sembra essere un centro importante per questo tipo di carico nucleare?
3)Antigua e Barbuda, minuscoli paesi di 70.000 abitanti contava… 1237 navi di trasporto nel 2010! ?
4)AFR: Away From Reactor, a distanza del sito di sfruttamento?


Fonte: http://gen4.fr/2013/05/combustible-nucleaire-2-incidents-en-15-jours.html Tradotto per noi Biancheggianti da Fabienne Melmi.

venerdì 5 luglio 2013

BLAH

























 
Bellissimo e originale è il progetto di Davide Stanca esposto nel nuovo bistrot milanese "Blah". 
















 























Si tratta di un alfabeto pop distribuito sulle pareti di tutto il locale, dove ad ogni lettera corrisponde un proverbio o un consiglio per una buona alimentazione. Le 26 illustrazioni sono di Elena Campa. 




martedì 2 luglio 2013

LEGGERE PERUGIA



L'altro giorno mentre girovagavo per il centro della mia città mi sono imbattuta casualmente in "Leggere Perugia", una mostra fotografica tenuta nell'ex Chiesa della Misericordia. Gli scatti, 67, sono di Claudio Montecucco, qui i soggetti sono tutti immortalati nell'atto di leggere. Il fotografo ha infatti voluto fotografare tutte quelle persone che incontrate per strada erano intente nella lettura. Lettura di un libro, di una cartina o di un i'pad. A tutte queste bellissime foto fa da cornice Perugia, Perugia con i suoi scorci mozzafiato, con i suoi vicoli, con le sue scale, con i suoi cieli luminosi e grigi. Perugia che nelle foto di Claudio diventa una vera e propria sala di lettura all'aperto. 

Se le foto le avesse scattate qualche anno fa avrebbe potuto immortalare anche me con i capelli arruffati, un golfino rosso e la testa persa in non so quale romanzo sui gradini del duomo.

La mostra sarà visibile fino al 14 luglio orario 10.00 - 13.00 / 16.00 - 20.00 entrata libera.






lunedì 1 luglio 2013

IL LUNEDI DELLA LUMACA




Due sono gli ingredienti fondamentali del progetto The Neckpaper: una maglia di cotone e gli scarti dei rivestimenti murali. Nato dall'idea di Elena Carella ed Emanuele Basso, si parte dal concetto di riutilizzo dei materiali, in particolare delle carte da parati di Jannelli & Volpi che grazie alle loro grafiche e tinte particolari ben si prestano a soddisfare i gusti di tutti.








Da qui nasce quindi la collezione di colletti eco-chic fatti per personalizzare e dare un tocco di originalità alle proprio magliette. Colletti da cambiare secondo l’umore, il tempo o da abbinare alle scarpe indossate! The Neckpaper Project è in vendita qui.  




Related Posts with Thumbnails