sabato 31 agosto 2013

MARIANNE MOORE









































MARIANNE MOORE (1887-1972)

Marianne Moore nasce a Kirkwood (Missouri), nel 1887, figlia di un ingegnere e inventore, John Milton Moore, cresce però nella casa del nonno, perchè il padre è stato ricoverato in un ospedale psichiatrico poco prima della sua nascita. Nel 1905, la Moore frequenta il College in Pennsylvania e si laurea quattro anni dopo. Insegna poi all'Indian Industrial School fino al 1915, anno in cui comincia a pubblicare poesie professionalmente. Grazie ai suoi viaggi in Europa Marianne Moore attrae l'attenzione di vari poeti, tra cui Wallace Stevens, William e T. S. Eliot. Dal 1925 al 1929, la Moore lavora come editore della rivista letteraria e culturale The Dial. Il suo Collected Poems del 1951 è il lavoro più premiato: ha ricevuto tra gli altri premi anche il Premio Pulitzer. La  Moore ama recarsi a incontri di pugilato, partite di baseball e altri eventi pubblici vestita in quello che divenne poi il suo abbigliamento tipico, un cappello a tricorno e un mantello nero. Appassionata di atletica e di atleti, era una grande ammiratrice di Muhammad Ali. Muore a New York nel 1972.


A UNA LUMACA

Se "la concentrazione è il primo dono dello stile",
tu la possiedi. La contrattilità è una virtù,
così come modestia è una virtù.
Non già l'acquisizione di una cosa qualsiasi
capace di adornare,
o la qualità incidentale che per avventura
si accompagni a qualcosa di ben detto,
non questo apprezziamo nello stile,
ma il principio nascosto:
nell'assenza di piedi, "un metodo di conclusioni";
"una conoscenza di principi",
nel curioso fenomeno della tua antenna occipitale.


 

2 commenti:

  1. It's so unusual and coincidental that you would honor this great poet on your blog. What a small world.
    Marianne Moore is from my hometown, born just 3 blocks from where I live today. Thanks for this post.

    RispondiElimina
  2. WOW it's unbelievable! Marianne is a great poet, you are very lucky!!! Good day.

    RispondiElimina

Related Posts with Thumbnails