domenica 26 settembre 2010

MARIA PAWLIKOWSKA























MARIA PAWLIKOWSKA (1894-1945)

Maria nasce a Cracovia nel 1894 in una famiglia di artisti dove padre e nonno sono pittori professionisti famosi per i loro dipinti storici di capi militari ed anche la sorella minore è una scrittrice abbastanza affermata. Maria riceve una buonissima istruzione in casa e fin da piccola parla tre lingue: inglese, francese e tedesco. Nel 1915 si sposa con Wladyslaw Bzowski, un ufficiale dell'esercito austriaco ma il matrimonio viene annullato dopo quattro anni. Nel 1919 si sposa ancora, questa volta con uno scrittore alpinista Jan Pawlikowski. La loro è una relazione appassionata che si basa su interessi condivisi e amore reciproco. Proprio questo grande amore sarà per Maria fonte inestinguibile di poesie. Tuttavia neppure questo matrimonio dura e nel 1929 si divorziano. E' questo un periodo di creazione molto intensa infatti oltre alle poesie scrive commedie che la rendono in breve tempo una delle poetesse più innovative dell'epoca. Nel 1931 Maria sposa Stefan Jasnorzewski, un ufficiale polacco con lui gira l'Europa: Francia, Italia, Turchia, Grecia, Nord Africa. Nel 1939 all'inizio della seconda guerra mondiale segue il marito in Inghilterra ed in questi anni tratta argomenti tabù come l'aborto, l'incesto e le relazioni extraconniugali. Paragonata a Molier, a Wilde per il suo approccio non convenzionale anche a temi come la maternità che lei considera un doloroso obbligo dove la donna dovrebbe avere diritto di scelta. Nel 1944 le viene diagnosticato un cancro che la ridurrà semi-paralizzata. Muore il 9 luglio 1945.


L'AUTUNNO

Le rose arrugginite dell'autunno
osservano lo spazio bianco dalla pioggia -
la pioggia cuce il cielo alla terra
con mille brividi e punti. -

E tutto si corrode, si deforma,
cola, gronda mandido,
ma non per sempre, dalla disperazione -
per poco, dalla lussuria.

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts with Thumbnails