sabato 13 giugno 2009

SOGNO DI MEZZA ESTATE

















Quando arrivano i primi caldi, le prime serate in cui restare chiusi in casa diventa difficile, in cui è forte il richiamo del fuori, in cui si avverte una certa smania che spinge ad uscire, a partire, a viaggiare. E' proprio in queste sere che penso a come debba essere bello fare un giro in moto con il vento in faccia e la strada nera che ti porta via da una città che fa troppo rumore. Ecco perchè vi voglio raccontare la storia di un sogno. Un sogno di mezza estate.

ON THE ROAD















La moto Guzzi è il sogno di tre ragazzi che volevano costruire una motocicletta, un sogno grande che parte raccogliendo soldi dai propri genitori e piano piano, disegno dopo disegno iniziano a montarla a mano pezzo dopo pezzo e la loro idea diventa realtà nel 1921. Uno dei tre ragazzi morirà poco prima di vedere il primo modello. Era in volo con un aereo, da qui l'aquila dipinta sul serbatoio. Tutt'ora ogni Moto Guzzi viene assemblata a mano e sul serbatoio ha uno stemma che recita: "una storia italiana". Si capisce che ogni moto che esce dall'officina di Mandello dell'Ario ha innanzitutto la responsabilità di non rinnegare la propria tradizione. Chi è al volante di una Guzzi non ama l'alta velocità, le curve a gomito o i sorpassi mozzafiato. Ai guzzisti piace passeggiare, viaggiare osservando il panorama che li circonda.
Spero di avervi fatto venire almeno un po' di voglia di chiudere la tv o il computer e uscire di casa, a piedi, con l'auto o in moto... magari quella creata tanti anni fa da tre ragazzi italiani...

Buon viaggio amici bicilindrici.







4 commenti:

  1. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  2. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  3. Che bella è proprio vero Kiara...
    W La MOTO GUZZI!
    Come dice anche questo scrittore:

    CENTAURO
    Un volante rombante d’argento
    Un motore sfiorante il cemento
    Un inquieto vagare nel tempo
    Un violento sognare nel vento
    Un deciso sfidare il momento
    Un urlare d’un cuore contento

    Mario Nurchis

    RispondiElimina
  4. Hai miei BICILINDRICI...

    E' sereno, eppure tuona nel “GARAGE CESARINI” s' ode un rombo eccezionale una musica speciale che si ascolta con piacere e si distingue con orgoglio.
    Che sia notte o mezzogiorno nel garage è tutto pronto lo puoi trovare a carburare o smontare anche se può capitare che ti apre con qualche vite in mano, che non sa dove applicare...
    Ora con la sua “ROMPIGHIACCIO” una moto magistrale, una guzzi siderale a Capo Nord deve arrivare.
    Grossa o piccola che sia Moto Guzzi è la sua via.
    Il mondo è bello su due ruote e sulla guzzi sai che note? Note basse e baritonali tutte quante eccezionali.
    In ogni luogo dove andremo tanti amici troveremo , vecchi giovani e bambini vorran stare li vicini per guardare ed ammirare qual motore eccezionale che da anni unisce tutti quelli che aman la Guzzi, sei forgiata con amore ci fai batter forte il cuore Moto Guzzi sei la migliore!
    Passan gli anni, corre il tempo , ma su una guzzi è tutto fermo, se ci sali e chiudi gli occhi senti e ti perdi nel profumo dei ricordi le avventure di una vita, non fai in tempo a capire che con gioia ed allegria l' accendi e voli via...
    Un omaggio assai speciale è per il NELLA un' amico temporale, una persona fedele, follemente eccezionale, senza di lui sarebbe inutile stare qui a chiacchierare.
    Un bicilindrico rotondo, un' amico vero come il mondo e di Domenica mattina non importa se è nuvoloso o nevischia basta uno squillo e lui è già pronto per un giro scoppiettante fino al tramonto...
    Al galoppo oppure al passo con i miei amici me la spasso, vibran le ossa, bolle il sangue con loro due niente langue, tanta strada a perdizione curve e curve che emozione...
    Se son triste o arrabiato, la vostra amicizia ripara dal freddo meglio di un mantello, serve da cibo e da vestito perchè i veri amici sono sempre giovani e credono all' impossibile...
    Grazie di cuore amici cari che l' amicizia sia sempre cosi viva, spensierata e salutare.

    .Sbifo. 27/07/2009

    RispondiElimina

Related Posts with Thumbnails