sabato 9 maggio 2009

NOEL MARIE





















NOEL MARIE (1883-1967)

Marie Noel (pseudonimo di Marie Rouget), nasce nel 1883 a Auxerre in Borgogna, figlia di un professore di filosofia ha una vita difficile segnata dalla morte del fratello minore, dalla crisi di fede, da un amore di gioventù deluso e dall'aspettativa di un grande amore che non arriverà mai. Pubblica il suo primo libro di versi a trentasette anni, la sua poesia è molto apprezzata. Marie Noel vive in solitudine, isolata sempre più disperatamente in una sorta di ascesi religiosa. Muore nel 1967 a Auxerre città che non ha mai abbandonato.



FONTE

Gli altri sono gente,
gli altri sono donne,
le mani piene di denaro,
piena l'anima di felicità.

Invece io sono una Fonte
nel bosco che non sa,
sono l'acqua che nessuno
beve nella corsa.

Sono l'acqua che zampilla
dall'ombra. La dolcezza
che al segreto sottobosco
porta la sua infelicità.

L'acqua nata prima del giorno
perchè nel secco della terra
al suo limpido amore
un cuore si disseti.

L'acqua pallida, che più tardi
della sera scorre ancora.
L'acqua che ogni lacrima
di un infelice sguardo implora.

Sono l'acqua di oggi
e di domani che sgorga
per raggiungere colui
che non ha bisogno di lei.

Sono l'acqua che si perde
invano viva, invano pura,
invano buona, attraverso
solitaria verzura.

Sono quella che corre
perchè infine la sua Acqua muoia,
la Fonte che sempre
avrà la sete e il pianto.

3 commenti:

  1. Mi piace moltissimo questa poesia... la vena di sconsolatezza non ne offusca la limpida luce.

    RispondiElimina
  2. è davvero bellissima.. concordo..

    RispondiElimina
  3. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina

Related Posts with Thumbnails