sabato 29 giugno 2013

KATHERINE MANSFIELD

























KATHERINE MANSFIELD (1888-1923)

Katherine Mansfield nasce nel 1888 a Wellington in Nuova Zelanda. Qui vi trascorre tutta l'infanzia e a vent'anni abbandona la sua terra per trasferirsi a Londra a studiare musica. Si sposa due volte: nel 1909 con il tenore Bowden da cui si divise lo stesso giorno delle nozze e nel 1918 con il critico John Middleton Murry conosciuto sette anni prima. Nel 1915 muore in guerra il suo adorato fratello. L'anno successivo entra nel mondo dell'intellettualità più raffinata e conosce Virginia Woolf che l'aiuterà a pubblicare le sue opere. Nel dicembre 1917 si ammala di tubercolosi e comincia a girare per i vari sanatori europei tra medici e tentativi di nuove terapie. Nel frattempo passa notte e giorno a scrivere, in una specie di gara col tempo: aveva paura di morire senza aver finito di scrivere un racconto, e subito ne cominciava un altro. Era convinta che, finché correva con la penna, la morte non l'avrebbe fermata. Katherine aveva un immenso talento e una forte personalità. Purtroppo muore di tisi a 34 anni in Francia.





SANARY

Dalla sua calda stanza dominava la baia
attraverso i fusti delle palme lucenti,
là nell'ardore del sole desiderava giacere,
la bruna testa sul guanciale delle braccia,
tenue e immobile da non pensare
sentire e nemmeno sognare.

Il barbaglìo del mare scolava sbandato
sotto il cielo, e il ragno del sole,
spinto da una stizzita fame,
risaliva la cupola a filare e filare.
Anche ad occhi chiusi ella lo scorgeva
e come mosche prigioniere i fragili natanti.

All'ora morta nessuno passa
laggiù nella strada polverosa,
un profumo stremato di mimosa
langue nell'aria, ma dolce - così dolce.


venerdì 28 giugno 2013

PANTONE-FOOD





David Schwen famoso per le sue felpe vendute on-line ora passa il suo tempo a creare tartine realizzate su misura e con tonalità Pantone. Il progetto si chiama Food Art Pairings, una serie di stampe fotografiche di un menu a base di pane e burro, carote e piselli, mostarda e ketchup, uno accostato all'altro, in una perfetta palette da appendere in cucina. 



mercoledì 26 giugno 2013

THE GOURMAND








































"The Gourmand" è un editoriale londinese, un misto tra scrittura e immagine che ha come lettori dei veri feticisti del cibo. Il secondo numero della rivista si apre con il food design a opera di Jamie Julien-Brown che ha creato l'alchimia per i cocktail perfetti (dal Margarita Martini al Whisky Sour) una commistione tra architettura e porzioni. 







































Sfogliando la rivista on-line troverete altre cose interessanti come l'intervista a Jiri Ono dove racconta i suoi  85 anni passati a cucinare il miglior sushi del mondo. E poi un omaggio surreale alle uova e alla loro nascita a cura di Gustav Almestål e Niklas Hansen. Vi consiglio vivamente di darle un occhiata.



lunedì 24 giugno 2013

IL LUNEDI DELLA LUMACA




Questa mattina ci siamo svegliati tutti un po' acciaccati (colpa dei bagordi di ieri sera?!?!?). 





Avremmo davvero bisogno di un infermiera e magari di cerotti colorati che mettano nonostante tutto un po' di allegria!!!



sabato 22 giugno 2013

LA NOSTRA PRIMAVERA - II




Non mi basta un post per raccontarvi delle mie belle giornate di primavera!!!


























Alle volte basta un bel panorama, un albero e due altalene per trascorrere una bella giornata di primavera in compagnia.
























Un altra cosa che mi fa impazzire sono le casette di legno dove le mie gnomette possono divertirsi ad inventare ogni sorta di gioco.
























Unico punto fisso delle nostre scampagnate primaverili sono state il buon cibo, un pallone da calcio, abbracci e baci alle gnome!!! Buona estate a tutti.



venerdì 21 giugno 2013

LA NOSTRA PRIMAVERA - I





















Oggi entra ufficialmente l'estate... era ora!!! Devo dire però che nonostante le costanti piogge siamo riusciti a goderci ogni singola giornata di sole cercando di organizzare ogni volta qualcosa di bello da fare. Vi lascio solo un piccolissimo assaggio della nostra primavera 2013.


























Tra i posti preferiti per passare una bella giornata di relax c'è sicuramente la zona che va verso Castelluccio di Norcia vicino al monte Vettore, lì è sempre facile trovare un laghetto e qualche prato verde per divertirsi in compagnia. Per non parlare poi delle escursioni a cavallo.



























Altre volte dopo una giornata all'insegna della natura non c'è nulla di più divertente che allestire un piccolo cinema con un tendone e guardare cartoni di qualche generazione fa!!!






lunedì 17 giugno 2013

IL LUNEDI DELLA LUMACA





Avevate mai pensato di temperare una carota!?!?! L'idea a me piace molto e quasi quasi "Karoto" me lo compro!!!




sabato 15 giugno 2013

BABY LIFE



Ho sempre amato le apine messe sopra la culla dei bambini. Io le mie le ricordo ancora. Devo dire però che da quando ho scoperto le barche di ALL MOBILES non saprei più cosa scegliere!!! Buon fine settimana a tutti i miei amici biancheggianti!!!






venerdì 14 giugno 2013

NON CHIAMATELA SPAZZATURA


Non so se lo sapevate ma in Giappone non esisteno cassonetti per l'immondizia. E' infatti loro abitudine lasciare la spazzatura in appositi angoli dedicati alla raccolta dei rifiuti. E' così normale girarare per le città ed imbattersi in cumuli di sacchetti ordinatamente ammucchiati.




L'agenzia giapponese MAQ ha così pensato di creare dei sacchetti della spazzatura decorati con immagini carine in modo da rendere anche questi angoli di città dei posti piacevoli allo sguardo.






giovedì 13 giugno 2013

BOUCHON




Troppo carine queste sedie a forma di tappo di spumante ideate da Radice e Orlandini. I due designer hanno utilizzato sughero rigenerato e per la struttura una retina metallica. La famiglia si compone di una seduta ed uno sgabello (rispettivamente h 45cm e 75 cm).  Il sughero rigenerato è caratterizzato da elasticità resistenza e impermeabilità che permette un utilizzo dei modelli sia all'interno che all'esterno. Inoltre la sua provenienza da processi di riciclo, colloca “Bouchon” nella categoria dei prodotti “green”. 

mercoledì 12 giugno 2013

INVECCHIARE A TEMA




Invecchiare è bello se nel farlo si è in buona compagnia. Meglio se si è con persone che condividono origini, gusti o inclinazioni sessuali. Per questo in America sono nate comunità super specializzate. Le future residenze per anziani si chiamano Affinity housing dove verranno offerte tipologie di residenze ideali per alcune tipologie di persone. Residenze per artisti, per industriali, per asiatici o per gay. Il progetto più ambizioso è la residenza che aprirà a Palm Springs dove si andrà a vivere a 40 anni e s'invecchierà insieme con assistenza medica di prim'ordine. Obbiettivo una catena di affinity housing ognuna destinata a una diversa comunità.


martedì 11 giugno 2013

L'AUTO DEI SOGNI



Dopo la possibilità di guidare un auto che si parcheggia da sola o quella di avere il controllo di crociera o con frenata assistita, dal prossimo anno farà la sua apparizione l'auto che si guida da sola. Si tratta di una Mercedes Classe S, nome in codice W222: lo Steering Assist controllerà il pedale del gas e i freni, con 26 sensori differenti. Lo scopo è quello di arrivare a "incidenti zero".


lunedì 10 giugno 2013

IL LUNEDI DELLA LUMACA




Cerise sur le gateau è un sito e un blog francese molto carino, curato da Anne Hubert, dove poter trovare tante idee per fare un regalo alle amiche davvero speciali!!!





domenica 9 giugno 2013

FIGLIE, FIGLIE, FIGLIE






Figlie io v'insegnerò le stelle
perché da questa nave potrete vederle
Io v'insegnerò a guardare il cielo fino a rimanere senza respiro,
a guardare un quadro per ore e ore fino ad avere i brividi dentro al cuore.
Io v'insegnerò che al di là del torto e la ragione contano soltanto le persone e che non basta premere un bottone per provare un'emozione.




La scuola è finita portando con se abbracci, lacrime e baci. Ora ho davanti a me una lunga estate. 
Una lunga estate e le mie bimbe. 
Noi tre. Finalmente. 
Sono felice, so che mi aspettano giorni di lamentele, bizze e pianti, di NO a prescindere, di lacrime e urli. So che mi aspetta di perdere la pazienza, la noia e la fatica. 
So che mi aspettano le loro risate, i loro abbracci e i loro baci: tanti. 
Sarà un estate lunga come tutte le altre che l'hanno preceduta. 
Estati da passare insieme, indipendenti, libere e disperate come solo le estati possono essere!!!
Sono pronta a cominciare: distruggetemi!!!



sabato 8 giugno 2013

PET & C.



L'America è il paese del football. Ecco perchè non mi è sembrato strano che proprio qui abbiano deciso di organizzare una partita di football per soli cani. I cuccioli atleti provengono dai canili e chi vuole può poi adottarli. Lo scorso anno la partita è stata seguita da ben 8,7 milioni di americani.



venerdì 7 giugno 2013

HAPPY FOOD




Per fare la pizza o il pane sono necessari pochi ingredienti: acqua, olio, farina, lievito e zucchero. Ecco quindi un bellissimo set di cinque misurini ognuno da abbinare al giusto ingrediente. Addio bilancia, d'ora in poi fare la pizza non potrà essere più veloce!!!



giovedì 6 giugno 2013

MOKULOCK

Giocare con la Lego è sempre stato uno dei miei passatempi preferiti. Ancora adesso mi capita spesso di giocarci con le mie figlie. Casualmente ho scoperto Mokulock, un set di mattoncini 3×2 fatti completamente in legno: la lavorazione è di altissima qualità. 

 
Il set contenuto in un elegante sacchetto di stoffa contiene 50 mattoncini che differiscono tra loro non solo per le venature del legno ma anche per il tipo di legno utilizzato: betulla o acero per avere mattoncini di varie tonalità. 



martedì 4 giugno 2013

MONOPOLY



Alzi la mano chi non ha mai giocato almento una partita a Monopoli!!! Da piccola nelle lunghe giornate estive si facevano dei veri e propri tour de force, partite che duravano ore, partite in cui vinceva sempre mio cugino Daniele. Aveva sempre una fortuna sfacciata: era sempre il primo a capitare su Parco della Vittaria ed il primo ad avere i soldi per costruire un albergo. Il mio Monopoli lo conservo ancora come fosse un oracolo!!! Bellissima invece questa versione vintage.  


lunedì 3 giugno 2013

IL LUNEDI DELLA LUMACA


Colorate ed originali oggi la nostra lumachina del lunedì ha scovato per voi queste bellissime poltrone di Bokja Design


 

Buona settimana a tutti : (



sabato 1 giugno 2013

L'ANGOLO DI FABIENNE

A FUKUSHIMA, I LIQUIDATORI IRRADIATI E SOTTOPAGATI


Sono ancora più di 3 000 i liquidatori a darsi il cambio senza tregua sul sito della centrale distrutta di Fukushima. Due anni dopo la catastrofe nucleare, continuano le polemiche sulle condizioni di lavoro di questi liquidatori che, lungi dal migliorare, sono sempre più allarmanti. Il 22 aprile, l'Asia-Pacific Journal ha pubblicato un articolo http://www.japanfocus.org/-Sumi-Hasegawa/3930  di Sumi Hasegawa, ricercatrice all'università McGill di Montreal, che mette in evidenza la difficoltà dei compiti affidati agli operai della centrale.


Questa lettera aperta è indirizzata al primo ministro ed al ministro della sanità giapponesi, così come alla direzione di Tepco. La compagnia elettrica è messa in causa dalle trasmissioni recentemente diffuse in Giappone e che mettono in evidenza il deterioramento  della situazione dei lavoratori della centrale. Ricevono delle dosi di radioattività molto elevate. In tre mesi, possono accumulare fino a 50 mSv (millisievert). Ma è molto peggio per coloro che sono assunti per raccogliere i detriti. In alcuni giorni, certi avrebbero ricevuto fino a 100 mSv, in Francia la soglia limite per cinque anni consecutivi. Molti non fanno mai controlli o sono autorizzati a continuare il loro lavoro mentre hanno superato il tasso regolamentare. Davanti alle critiche che si accumulano da due anni, la compagnia si è decisa a reagire.

OPERAI SOTTOMESSI A TASSI DI RADIOATTIVITÀ PREOCCUPANTI

Ha inviato un sondaggio ai suoi operai nel novembre 2012, per avere un'idea più precisa delle loro condizioni di lavoro. Sono 3 186 ad avere risposto, ma questa indagine è tutt'altro che unanime. In un articolo pubblicato nel mensile giapponese Sekai, si apprende che certi operai hanno subito delle pressioni per "non scrivere niente che sia fuori dall'ordinario". L'emissione radiofonica "Hôdô suru rajio" afferma anche che altri hanno dovuto riempire il questionario davanti al loro capo o che è stato compilato al loro posto.

Malgrado questi tentativi di dissimulazione, i risultati sono allarmanti. La metà dei lavoratori presenti sul sito della centrale non sarebbe assunta legalmente: la compagnia per la quale lavorano e quella che versa loro lo stipendio sono in effetti differenti. Tepco approfitta di questa confusione giuridica e smentisce ogni responsabilità nella degradazione delle condizioni di lavoro e nella riduzione degli stipendi. Per i dirigenti della compagnia, "questi operai sono assunti da subappaltatori e dunque non abbiamo conoscenza della loro remunerazione . Non possiamo parlare del funzionamento delle compagnie con le quali non abbiamo contratto." Se il volume di lavoro è aumentato, gli stipendi sono diminuiti. Poco dopo la catastrofe, Tepco aveva annunciato una riduzione del 20% delle remunerazioni e la soppressione dei premi di rischio per fare fronte ai costi esorbitanti della catastrofe. Nel sondaggio ordinato dalla compagnia, il 5% dei lavoratori hanno dichiarato guadagnare meno di 837 yen all'ora, (un po' più di 6 euro), una somma inferiore al salario minimo in vigore a Tokio. La grande maggioranza avrebbe uno stipendio appena superiore per effettuare dei compiti ad alto rischio.

UNA MANODOPERA SERVILE ED A BUON MERCATO

Già nel 2002, Paul Jobin, sociologo specialista del Giappone, che ha lavorato sui lavoratori del nucleare, aveva constatato delle vere e proprie frodi. Aveva incontrato il capo di una piccola impresa che assumeva dei lavoratori in subappalto per i fabbricanti di reattori come General Electric o Hitachi. Utilizzava un falso timbro "nessuna anomalia scoperta" per falsificare i libretti medici dei lavoratori sotto la sua responsabilità. Da Marzo 2011 queste pratiche si sono moltiplicate.
Per evitare di avere a che fare con dei lavoratori organizzati, Tepco recluta tra i più poveri e meno informati della società giapponese. I giovani sono per la maggior parte assunti grazie ad annunci trovati nelle agenzie di interim. Questi freeters-neologismo che designa i lavoratori a tempo parziale o disoccupati di età dai 15 ai 34 anni-sono dei giovani precari che guadagnano del denaro facendo dei lavori che richiedono poche competenze e sono mal pagati. Gli operai più anziani sono assunti spesso dalla malavita negli yosebas, delle comunità di lavoratori a giornata. Sono spesso dei senzatetto pronti ad accettare qualsiasi tipo di lavoro.

LAVORATORI A GIORNATA IGNORATI DAI POTERI PUBBLICI

Per attirare i più giovani, le inserzioni di "liquidatori" sono spesso molto vaghe. Il testo indica in generale, solo il posto di lavoro, gli orari e gli stipendi, niente di più. Nessuna informazione sui rischi, gli interinali ignorano in generale i pericoli, anche perché non hanno, per la maggior parte, nessuna esperienza nel settore. "Un'ignoranza di cui possiamo chiederci se non è volontariamente mantenuta da Tepco e dallo Stato [il ministero della salute e del lavoro ed il ministero dell'ambiente che ospitano la nuova agenzia di sicurezza nucleare] ", denuncia M. Jobin.
Non organizzati in sindacato, senza statuto ufficiale, sfruttati da discutibili imprese, questi lavoratori a giornata sono ignorati dai poteri pubblici e dalla Rengo, la principale confederazione sindacale del paese. Le associazioni indipendenti Citizens Nuclear Information Center e Japan Occupational Safety and Health Resource Center sono sole a difendere questa manodopera invisibile.  Le Monde.fr | 21.05.2013  di Olivier Mary

Tradotto per Biancheggiando da Fabienne Melmi. 
payes_3414880_3244.html
Related Posts with Thumbnails