mercoledì 27 febbraio 2013

YAEBA




Se nei Paesi occidentali i denti si curano e si raddrizzano sin da quando si è piccoli, in Giappone c'è ora la moda dei denti storti. Sta infatti predendo sempre più piede, soprattutto tra gli adolescenti, di andare dal dentista per farsi applicare delle protesi per deformare un dente in realtà perfetto.





Questa moda si chiama yaeba ed è stata lanciata dalla cantante Tomomi Itano del gruppo AKB48, il cui sorriso tradisce un dente storto e sporgente. Cosi al prezzo di 300 euro sono centinaia le giovani che si fanno applicare la protesi, una tecnica che consente di incollare sul canino dritto delle pazienti un dente artificiale curvo. 



lunedì 25 febbraio 2013

IL LUNEDI DELLA LUMACA







Per i più golosoni, quelli che davanti ad un dolce hanno sempre l'acquolina in bocca, quelli che al soffio delle candeline sono in prima fila per avere il loro pezzo. Ora grazie a Light Bites saranno subito accontentati!!!



sabato 23 febbraio 2013

CARMEN CONDE


















CARMEN CONDE (1907-1996)

Carmen Conde Abellàn è nata a Cartagena nel 1907. All'età di sei anni si è trasferita con la famiglia a Melilla dove ha vissuto fino al 1920. All'età di diciannove anni ha iniziato a lavorare collaborando con la stampa locale e come insegnante alla scuola Normale di Murcia. Nel 1927 sposa poeta Antonio Oliver Belmas. Nel 1933 i due coniugi fondano la prima Università popolare di Cartagena. Tre anni dopo Carmen incontra Amanda Junquera, moglie di un professore con la quale intreccerà una relazione omosessuale. Allo scoppio della guerra civile, il marito di Carmen si unisce all'esercito repubblicano mentre lei torna nella sua città natale per prendersi cura della madre. Dopo la guerra Carmen si trasferisce a Madrid. Nel 1968 muore il marito. Ventanni dopo nonostante la sua mente creativa la poetessa manifesta i primi sintomi di Alzeheimer anche se questo non le impedirà di rilasciare interviste e partecipare a programmi radiofonici. Negli ultimi anni della sua vita tra il 1992 e il 1996 ha vissuto in una residenza protetta. Nel suo testamento lascerà la sua intera opera letteraria e quella di suo marito alla città di Cartagena. Sarà la stessa città a creare il museo Municipal Carmen Conde-Antonio Oliver a ricordo della loro poetessa.


ASSENZA DELL'AMANTE

Son fortunata per la strada senz'erba,
vado al fiume a cercar la mia ombra.
Che solitudine sigillata di luna fredda.
Che solitudine d'acqua senza sirene rosse.
Che solitudine di pini acidi, erranti...
vo a raccogliere i miei occhi
abbandonati sulla riva.



venerdì 22 febbraio 2013

IL DIZIONARIO DEI RIFIUTI







































Da oggi in poi mai più panico da raccolta differenzata. Grazie a Francesco Cucari, diciannovenne di Matera, esiste ora un'applicazione gratuita per iphone che aiuta a classificare più di 800 tipi di rifiuti. Ad oggi sono più di 2000 le persone che hanno installato il programma sul proprio smartphone. Come funziona? Basta scrivere il nome della cosa che si vuole buttare ed in pochi secondi l'applicazione dice dove va riciclato il materiale. Inoltre il programma attraverso la geolocalizzazione capisce in quale città vi trovate ed in base a questo vi dice il cassonetto giusto che altrimenti potrebbe variare di città in città. A me servirebbe moltissimo perdo infatti tanto tempo per decidere dove gettare ogni singola cosa!!!



giovedì 21 febbraio 2013

HAPPY FOOD





L'inverno è per me la stagione dei legumi. Ne mangio davvero in gran quantità. I ceci, fra tutti i legumi, sono sicuramente i miei preferiti. Li mangio in tutti i modi, addirittura sconditi come fossero uno snack!!! Oggi volevo condividere con voi la mia passione per i ceci lasciandovi una mia ricetta per preparare dei crostini con crema di ceci.



















Ingredienti


250 gr. ceci  
1 spicchio aglio 
prezzemolo 
olio extra vergine
rosmarino 
capperi
paprica 
sale 
pepe 
pane

a piacere yogurt e peperoncino.




Lasciate i ceci in ammollo per 12 ore (io preferisco quelli secchi a quelli in scatola). Cuoceteli per dieci minuti nella pentola a pressione. Scolateli e metteteli nel mixer insieme all'aglio, il prezzemolo, il rosmarino fresco, sale, pepe qb, capperi e paprica. Aggiungere un filo d'olio e frullate il tutto. Tostate il pane. Scaldate la crema di ceci (io la adoro abbastanza calda). Siete finalmente pronti per spalmare i vostri crostini. Se volete darle un tocco di originalità aggiungete un pizzico di peperoncino e una cucchiaiata di yogurt. Buon appetito.







mercoledì 20 febbraio 2013

CHESSBOXING






Chi ha detto che gli uomini muscolosi siano tutti senza cervello?!?!?!? Chi lo dice non conosce il Chessboxing. Si tratta infatti di una disciplina sportiva che unisce potenza fisica e agilità intellettuale. L'incontro partita si sviluppa in 11 round, quelli pari si giocano sul ring, quelli dispari intorno alla scacchiera. Tre minuti a tirare pugni, quattro a muovere alfieri e regine. Vorrei davvero assistere ad una partita!!!





martedì 19 febbraio 2013

SENZA PAROLE






Ci sono occasioni nella vita in cui i suoni muoiono in gola, in cui te ne rimani da una parte come stordita 
e le lacrime fanno capolino da dietro gli occhi.
Ci sono momenti in cui vorresti dare tutto: prenderti sulle spalle un po' di quel peso quando sai bene che quel peso non è condivisibile. 
Ci sono momenti in cui vorresti dare i pugni contro un muro e poi ti ritrovi a ridere e a ballare e quella gioia che ti porti dentro vorresti regalarla a tutti.
E' lì, in quei momenti di attesa interminabile che l'ho sentita, sentito il sorriso, la forza, il sudore, le grida e le spinte di quella mamma che non c'è più ma che ora è lì con sua figlia, lì a darle tutto il suo amore, amore che le servirà per mettere al mondo suo figlio.

Benvenuto fagiolino.





lunedì 18 febbraio 2013

IL LUNEDI DELLA LUMACA





















Cornici adesive per attaccare le vostre foto al muro. Una maniera carina e originale per valorizzare le vostre fotografie. Buona settimana a tutti!!!






sabato 16 febbraio 2013

BABY LIFE







Una porta a misura di bambini. Una porta per far sentire sempre i vostri figli a loro agio. Semplice, intelligente e simpatica. Tutto questo è la porta di Minjjoo Kindertur. Buon fine settimana a tutti i biancheggianti ed ai loro splendidi gnometti!!!







giovedì 14 febbraio 2013

IL MEGLIO DEL MEGLIO


























Non mi piace fare le cose in grande per San Valentino ma d'altra parte non mi piace neppure non fare niente. Piccole cose, piccoli gesti come piccolo e tenero è ancora oggi il mio amore per Riccardo. Così quest'anno ho voluto arricchire la nostra colazione con qualcosa di speciale. E cosa c'è di meglio che preparare delle bustine da tè con pendente a forma di cuore? 



















Per farli basta davvero poco:
Tagliate da una carta che vi piace 4 cuoricini.
Prendete la bustina del vostro tè preferito e tagliate la targhetta della bustina lasciando il pezzetto che tiene incollato il filo. Incollatelo sul restro del primo cuore. 
Applicate l’altro con il dorso sul precedente. 
In pratica il filo della bustina viene incollato tra due cuori. 
Fate lo stesso con gli altri due cuori.
Rimettetelo in forma e mettetelo nella teiera.
Buona colazione…e buon San Valentino! 


mercoledì 13 febbraio 2013

ALICE A POIS




 

Ecco una delle mie favole preferite reinterpretata dalla innovativa Yayol Kusama, artista giapponese nota per i suoi pois. L'artista ha infatti dato una sua personale interpretazione del libro "Le avventure di Alice nel Paese delle meraviglie". Così da appassionata quale sono di favole non ho potuto che incantarmi davanti a tanta bellezza!!!







martedì 12 febbraio 2013

MARTEDI GRASSO







Viva viva il carnevaleeee
Pe peeee
Prrrrrrr
Brazilllllllll 
Con molta allegria è cosa buenaaaaaa 
Macarenaaaaaa
Con il pepe e con il saleeeeee
Carambaaaaaa
La la la laaaaaaa
La tristezza porta viaaaaaaa
Machoooooo mannnnnn
Grrrrrrrrrrrrr
e ti lascia l'allegriaaaaaa
Ecco come vestiti da lumaca si festeggia il carnevale qui su Biancheggiandoooooooo




lunedì 11 febbraio 2013

sabato 9 febbraio 2013

PETS & COMPANY













Chi lo ha detto che gli uomini non hanno anche loro un lato tenero? Il sito che ho trovato l'altra mattina per caso me lo ha fatto scoprire. Cuteboyswithcats è un sito web in cui vengono postate foto di ragazzi e dei loro gatti. 






Ci sono delle foto davvero simpatiche che mostrano tutto l'amore che c'è tra gatto e padrone. 




venerdì 8 febbraio 2013

TAPED



Oggi vado di fretta... molto di fretta... vi lascio con Taped, una bellissima collezione di tazze in porcellana fatte a mano. Baci veloci a tutti!!!


giovedì 7 febbraio 2013

TWOSQUAREMETER

























Twosquaremeter è un marchio di abbigliamento tedesco davvero molto innovativo. Si tratta di una nuova dimensione della cosmesi. Una cosmesi che si indossa. I filati infatti a base di cotone, apportano i benefici del latte e delle alghe grazie a un particolare metodo di produzione che permette di trasferire stabilmente le loro proprietà al tessuto. Gli effetti protettivi e antinfiammatori, non si perdono con il lavaggio e la pelle può beneficiare costantemente dell'apporto di calcio, magnesio e vitamina E. Tutti i pezzi realizzati contengono ingredienti biologici e vengono prodotti in maniera etico-sostenibile.




mercoledì 6 febbraio 2013

CASA BASICA




La casa del futuro sta in una tasca. O almeno ci sta Casa Bàsica. Prototipo ideato da Martin Azùa. Si tratta di un riparo autogonfiabile, realizzato in poliestere metallico che una volta chiuso sta comodamente in tasca. 




L'architetto spagnolo crede infatti in una società a contatto diretto con la natura, lontana dall'idea di abitazione come mero contenitore di oggetti. Ma ad una concezione essenziale dell'abitare. Casa Bàsica si riscalda grazie al calore del corpo e del sole. Adeguata per una vita in movimento, a chi non ha legami, a chi va dove lo porta il vento. Un po' come eravamo io la mia qualche anno fa.




martedì 5 febbraio 2013

MARIGOLD HOTEL

























"Alla fine andrà tutto bene, e se non va bene, vuol dire che non è ancora la fine".















Il film più bello che ho visto lo scorso mese è stato sicuramente Marigold Hotel. Una commedia ambientata in India. Un India che ti accoglie con i suoi contrasti: inebriante e spaventosa, moderna ed ingiusta. Piena dei suoi colori sfavillanti, di sorrisi e paesaggi mozzafiato. E' in questo sfondo che prende vita la storia o meglio le storie di questo film. Da vedere.







lunedì 4 febbraio 2013

IL LUNEDI DELLA LUMACA




Un orsetto molto originale da spedire ad un amico lontano per degli auguri davvero speciali!!! Buon lunedì a tutti.




domenica 3 febbraio 2013

SUNDAY MORNING





















Non tutte le colazioni sono uguali, perchè non tutte le mattine lo sono.




sabato 2 febbraio 2013

L'ANGOLO DI FABIENNE

Dopo la pausa di Gennaio ecco tornare più attuale e interessante che mai la consueta rubrica tenuta sul mio blog da Fabienne Melmi.




















IL GRANDE NORD CONTAMINATO PER SECOLI DAI RIFIUTI NUCLEARI

Reso fragile dal riscaldamento, dalla pesca industriale e dal turismo polare, bramato per i giacimenti di petrolio, di gas e di minerali che nasconde il sottosuolo, lacerato dalle nuove strade marittime che favorirà la fusione dei ghiacciai, il Grande Nord, questo territorio prezioso e vulnerabile, porta le stimmate di multipli inquinamenti. La contaminazione radioattiva è tra le più preoccupanti. È il risultato dell'inventario-il primo del genere-che ha intrapreso l'associazione di protezione dell'ambiente Robin Hood.
 
Nel 2009, l'ONG francese aveva già registrato 2 750 siti inquinati dai prodotti chimici. Questa volta, si è interessata agli attacchi all'ambiente talvolta più diffusi, ma anche più duraturi. Due anni di lavoro sono stati necessari per raccogliere, presso scienziati, associazioni ambientali e di servizi governativi, dei dati non esaurienti, soprattutto quando riguardano il campo militare. L'inventario dovrebbe essere terminato il 1 semestre 2013, ma la più che attendibile rivista Contrôle de l'Autorité de sûreté nucléaire (ASN) , ne ha già pubblicato, nel suo numero di novembre, i primi elementi. "Abbiamo voluto avere un visione circumpolare di tutti i siti inquinati, spiega Jacky Bonnemains, presidente di Robin Hood. L'oceano Artico è un gigantesco vivaio di pesci per le popolazioni indigene che se ne nutrono e la cui salute è minacciata, ma anche per il pianeta alla quale fornisce, con le acque sub-artiche, tra il 20% e il 30% delle sue risorse alimentari marine." Non è l'unico pericolo. La fusione della banchisa polare ed il disgelo del permafrost, prosegue, "rimuoveranno delle sostanze radioattive" che, fino ad oggi prigioniere dei ghiacci, rischiano di disseminarsi negli ecosistemi.


EREDITÀ DELLA GUERRA FREDDA

L'ONG ha identificato, al di là del cerchio polare artico- o, in alcuni casi, un po' più a sud, le correnti atmosferiche e marine spingendo verso nord i depositi-, circa 90 siti interessati dalla radioattività emessa dalle attività industriali e militari. La Russia ne concentra più della metà (50), particolarmente sulla penisola di Kola e l'arcipelago di Nuova-Zemble. Gli altri si ripartiscono tra la Norvegia (25 di cui 19 sull'arcipelago di Svalbard), l'Alaska (8), il Canada (3), la Svezia (3) e la Groenlandia (2). La Finlandia non ne conta nessuno e l'Islanda non è ancora stata studiata.

"L'inquinamento radioattivo dell'Artico non proviene solo, come lo si pensa talvolta, da paesi lontani, per esempio dalle fabbriche di rilavorazione di La Hague [Manica] o di Sellafield [Gran Bretagna] di cui i rigetti, trasportati dalle correnti, possono concentrarsi in certe zone, commenta Miriam Potter, incaricata della missione in seno all'associazione. E' generata, in gran parte, da attività condotte sul posto". Spesso, si tratta di un'eredità della guerra fredda. Sull'arcipelago di Nuova-Zemble, i sovietici hanno proceduto, tra 1955 e 1990, a 138 prove nucleari aeree, terrestri o sottomarine, facendo esplodere per esempio, il 30 ottobre 1961, la "Zar Bomba", la bomba ad idrogeno più potente della storia, (50 megaton). Nell'oceano, essendo all'epoca considerato una pattumiera, hanno affondato al largo della stessa penisola, nel 1982, il sottomarino nucleare K-27 che giace tutt'ora,a 33 metri di profondità, nel mare di Kara. Nei mari di Barents e di Kara sono stati immersi, enumera Miriam Potter, "cinque reattori di sottomarini e di rompighiaccio, una ventina di navi di cui alcune contenenti delle materie radioattive, centinaia di oggetti contaminati e 17 000 container di rifiuti nucleari". Per finire, nel 2003, un altro sottomarino è affondato, il K-159. Il sito di Andreeva Bay, nel nord della penisola di Kola, rappresenta, per Robin Hood, un "incubo". L'Unione Sovietica aveva installato, negli anni 1960, tre piscine di raffreddamento dei combustibili esausti provenienti da sottomarini da rompighiaccio nucleari. In due di esse, si sono verificate alcune perdite, provocando una fortissima contaminazione. Da allora, gli stoccaggi a secco di 22 000 assemblaggi di combustibili sono stati organizzati, in condizioni molto precarie.


CADUTA DI UN SATELLITE, CRASH DI BOMBARDIERE

Gli americani non sono stati da meno. Negli anni 1960, hanno costruito due piccoli reattori nucleari di 20 e 10 megawatt, per alimentare in elettricità delle basi militari, a Fort Greely, in Alaska, ed a Camp Century, nel nord-ovest della Groenlandia. Il primo, vittima di parecchi incidenti, ha contaminato i corsi d'acqua, e le popolazioni locali sono oggi colpite da leucemie, nonostante le smentite dell'amministrazione americana. Lo sfruttamento del secondo avrebbe lasciato " nei ghiacci almeno 200 tonnellate di rifiuti liquidi". Gli Stati Uniti hanno anche fatto delle prove sui radioelementi a Point Hope, nel nord-ovest dell'Alaska. Non è tutto. Dal 1930 al 1962, il Canada ha sfruttato, intorno al grande lago dell'Orso, delle miniere di radio poi di uranio, una parte di questo destinato al progetto Manhattan che ha dotato gli Stati Uniti dell'arma atomica. Più di 900 000 tonnellate di sterili (rifiuti minerari) di uranio sono state lasciate sul posto, di cui 740 000 immerse nel lago. Si aggiungono gli incidenti. La caduta, nel 1978, del satellite spia sovietico Cosmos-954 e del suo reattore nucleare, nel nord del Canada, dove più di 120 000 km2 sono stati contaminati dall'uranio arricchito e dai prodotti di fissione. O il crash, nel 1968, di un bombardiere americano B-52 che trasportava delle testate nucleari, vicino a Thulé (Groenlandia), dove ci sarebbe "almeno un chilo di plutonio sparso su una zona di 17 km."


OPERAZIONI DI DECONTAMINAZIONE

Ma l'Artico non paga solamente la fattura del passato. Le attività minerarie attuali, come le trivellazioni petrolifere e di gas -ce ne sono più di 4 000 in Alaska, al di sopra del cerchio polare-, generano dei rifiuti a "radioattività naturale rinforzata". Certo,alcune operazioni di decontaminazione sono state avviate, particolarmente su iniziativa del G8 e dei paesi europei. Ma le zone colpite sono immense, l'inquinamento disseminato ed i crediti insufficienti. "I governi devono dare prova di trasparenza sui prodotti radioattivi che hanno depositato o disperso. Ed occorre organizzare un seguito radiologico dei sedimenti, dei pesci e delle popolazioni", afferma Jacky Bonnemains. Nell' attesa che il fragile Artico possa, un giorno forse, beneficiare di uno statuto protettivo comparabile a quello dell'Antartico. (Pierre le Hir)


SPECIE INSOLITE DI UCCELLI NELL'ARTICO
 Oltre la riduzione della superficie della banchisa, il cambiamento climatico conduce delle colonie di uccelli, abitualmente incontrati più al sud, ad eleggere a domicilio il Grande Nord. È la constatazione fatta da una squadra di scienziati russi che ha appena esplorato durante tre mesi le isole dell'arcipelago François-Joseph nell'Artico. "Su una ventina di specie di uccelli che abbiamo repertoriato, quattro sono insolite per l'arcipelago", ha indicato la ricercatrice russa Maria Gavrilo, citando l' esempio dei gabbiani a coda forcuta e le anatre marine. Gli scienziati hanno anche riportato dalla loro spedizione delle rare specie di zanzare di cui una "forse sconosciuta." Il gruppo, colpito dall'ampiezza della "riduzione anormalmente veloce della superficie dei ghiacci marittimi nell'Artico", ha realizzato nuove mappe dell'arcipelago. La Russia ha fatto dell'Artico, ricco in idrocarburi non sfruttati, una priorità strategica.




venerdì 1 febbraio 2013

SENZA TITOLO


 
In questi giorni mi sento molto sogniatrice, vivo sopra le nuvole e non ho alcuna intenzione di scendere!!!




Related Posts with Thumbnails