sabato 25 giugno 2011

ELSE LASKER SCHULER


















ELSE LASKER SCHULER (1969-1945)

Nata ad Elberfeld in Vestfalia è l'ultima di sei fratelli, Else Schüler nasce nel 1869. Else crebbe come bambina prodigio, infatti a quattro anni sapeva già leggere e scrivere. Dopo aver lasciato la scuola e aver preso lezioni private in casa dei genitori, nel 1894 sposa il medico Jonathan Berthold Lasker, fratello maggiore del campione mondiale di scacchi Emanuel Lasker, e si trasferisce a Berlino nel 1895 dove rimane fino al 1933. Qui inizia la sua formazione come disegnatrice e pubblica le sue prime poesie. Durante gli "anni berlinesi" è peraltro una delle principali animatrici dei "tavoli" letterari. Nel 1899 nasce il figlio Paul. Nell'1903 divorzia da Berthold Lasker per sposare, lo scrittore Georg Lewin. Anche il secondo matrimonio non durerà tanto e nel 1912 sono ufficialmente separati. Senza un reddito proprio Else, vive grazie all’appoggio di amici. Nel 1927 muore di tubercolosi il figlio Paul e inizia per lei una profonda crisi. Pur avendo vinto nel 1932 il premio Kleist, l'anno seguente emigra a Zurigo, in seguito a minacce e violenti attacchi da parte del partito nazista. A Zurigo, tuttavia, le viene vietato di pubblicare. Compirà due viaggi in Palestina: nel 1934 e nel 1937. L'anno seguentele viene revocata la cittadinanza tedesca e nel 1939 compie il terzo viaggio in Palestina, qui, a causa dello scoppio della guerra le viene impedito di fare ritorno in Svizzera. Nel 1944 si ammala gravemente, morirà in seguito a un attacco di cuore il 22 gennaio 1945 e viene sepolta sul Monte degli Ulivi a Gerusalemme.


IN SEGRETO, DI NOTTE

Io t'ho prescelto fra tutte le stelle.
E sono sveglia - fiore
attento, fra il canto basso del fogliame.

Le nostre labbra per cercare miele,
le nostre notti lucenti sbocciate.

Alla luce gloriosa del tuo corpo il mio cuore
accende i cieli.

Tutti i miei sogni pendono al tuo oro.
Io t'ho prescelto fra tutte le stelle.

4 commenti:

  1. Direi molto interessante!!! Benvenuta nel mio blog!!!!

    RispondiElimina
  2. traduzione molto approssimativa che non rende la tensione lirica del testo tedesco!

    RispondiElimina
  3. Non conoscendo la lingua tedesca mi fido di quello che dici caro Lionello, ma la bellezza del testo per me resta ugualmente!!!

    RispondiElimina

Related Posts with Thumbnails