domenica 6 marzo 2011

L'ANGOLO DI FABIENNE

Anche nel mese dedicato al matrimonio non posso fare comunque a meno di parlare del nucleare. Ecco dunque il consueto appuntamento con Fabienne Melmi, coordinatrice nazionale RNA. Colgo l'occasione per ringraziarla ancora una volta per la sua collaborazione con Biancheggiando.
















25 anni di menzogne dell’industria nucleare e delle autorità.
25 anni di sofferenze irreversibili inferte ad intere popolazioni e territori. Con l’apertura di Chernobyl "al turismo", certe istituzioni vorrebbero strumentalmente relegare la catastrofe al passato. Spetta a noi ricordare a tutti che questa catastrofe è e resta sempre una realtà e che Chernobyl continua ad uccidere. Sarà vitale ricordare che, ovunque nel mondo, il nucleare costituisce più che mai una minaccia per gli esseri umani e l’ambiente.

Spetterà a noi di ricordare che, ovunque nel mondo, le energie alternative progrediscono più rapidamente del nucleare ed aspettano solo di essere sviluppate.

Lanciamo dunque un appello a 25 giorni di mobilitazione, in Francia come in Italia e nel mondo. Auspichiamo che si organizzino, ovunque possibile, azioni ed eventi per denunciare il nucleare e promuovere le alternative. Oggi piu’ che mai è necessario un tributo storico alle vittime dell’industria e della produttività nucleare del mondo intero. Le vittime dei numerosissimi incidenti, ma anche i lavoratori del settore che operano esponendosi a contaminazioni continue affinché le centrali nucleari possano funzionare; ed anche le popolazioni i cui i territori e la salute sono devastati dalle miniere di uranio.

Vi proponiamo dunque di raggiungere attivamente l’iniziativa "25 anni di Chernobyl - 25 giorni di azione". Pubblicheremo la vostra iniziativa sul sito ufficiale del Chernobyl Day: www.chernobyl-day.org, dove potrete ordinare anche materiale di fondamentale importanza. L’anno scorso, abbiamo reso pubbliche 237 azioni in 19 paesi.

Nel 2011, mandiamo un segnale forte contro il nucleare!

Come nel 1987. Per la difesa dei referendum italiani contro il nucleare e contro la privatizzazione dell’acqua: il nucleare devasta i territori e le risorse idriche.
RNA - Rete Nazionale Antinucleare, propone, per il Chernobyl Day 2011, anche quest’anno, azioni simultanee nelle scuole e nelle università ed ovunque, richiamando l’attenzione su Quirra e la Sardegna, dove enormi aree territoriali sono di recente interessate dall’intervento della magistratura a causa delle sperimentazioni militari ed aziendaliste sull’uso militare dell’uranio con conseguenze disastrose sull’ambiente e la salute stessa delle popolazioni locali. [Sindrome di Quirra ed uso dell’uranio impoverito per scopi militari].

Contatti:
charlotte.mijeon@sortirdunucleaire.fr - SORTIR DU NUCLÉAIRE
RNA - Rete Nazionale Antinucleare - WWW.NONUKES.IT
fabienne.melmi@nonukes.it - RNA international - WWW.NONUKES.EU
massimo.greco@nonukes.it - RNA- Rete Nazionale Antinucleare - Italia

Contattate RNA e concordate o segnalate iniziative Vostre o progetti in comune. RNA invierà gratuitamente a chiunque aderisca con progetti al Chernobyl Day Documenti e Documentari video tradotti in italiano per iniziative di proiezione in assemblee pubbliche.

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts with Thumbnails