mercoledì 16 marzo 2011

IL PRANZO

In questi ultimi anni è ormai di moda nelle nostre case di apparecchiare la tavola utilizzando piatti e bicchieri diversi tra loro. Magari mettendo insieme vecchi servizi o utilizzando le vottovaglie comprate nei vari mercatini. Tutto questo rende la tavola colorata ed allegra.







Nei banchetti matrimoniali si è andati ancora più avanti. Qualche tempo fa infatti mi è capitato di partecipare ad un matrimonio in cui non solo i piatti e i bicchieri erano diversi ma anche i tavoli e le sedie!!! Era una piacevole confusione di oggetti e colori. Ma la vera sorpresa è stata quella di scoprire che anche il menù era differente. Mi spiego meglio. I primi ad esempio erano quattro così come i secondi etc... solo che ogni invitato ne riceveva due il che significa che ad uno stesso tavolo si mangiavano piatti diversi. E' stato davvero divertente assaggiare dal piatto degli altri!


2 commenti:

  1. Dunque si, anche io ho piatti tutti diversi tra loro. Derivanti da servizi diversi cui ho spaccato (volutamente?) metà completo. Idem per i bicchieri. Ma è la cucina quella che conta.
    Le tovaglie hanno medaglie d'ogni tipo: ragù, caffè, vino, olio (di motore) e chi più ne ha, più ne rovesci.
    Le sedie sono tutte uguali, di legno, scomodissime e rigidissime. Siete tutti invitati a pranzo da me.

    RispondiElimina

Related Posts with Thumbnails