sabato 26 giugno 2010

POLAROID MON AMOUR - IERI





















Tre anni fa il mio fotografo di fiducia alla mia richiesta di acquistare una polaroid usata mi sconsigliò vivamente in quanto l'azienda ormai prossima al fallimento avrebbe lì a poco smesso anche la produzione dei rullini come era già accaduto con la macchina fotografica. Io sono rimasta sconcertata, mi sembrava impossibile che fosse finita davvero l'era della Polaroid. Finita la magia del vedere affiorare l'immagine nel quadratino di plastica. 




















A monte del fallimento sta forse il fatto che la magia non stava nell'oggetto in se ma nella gratificazione istantanea del rivedersi, quella magia che oggi troviamo nel display delle macchinette digitali. 



















Questa è la morale triste di una bella storia iniziata nel 1937 ad opera di Edwin H. Land che nel 1948 produsse la prima Polaroid: Model95. L'impresa aumentava i profitti ogni anno grazie anche ad un marketing intuitivo dove ogni nuovo modello veniva spedito in dono ad un grande fotografo con l'impegno di riceverne in cambio qualche foto firmata. Così la Polaroid è diventata prima moda e poi arte. Proprio queste "opere" di Warhol, Hockney etc... verranno messe all'asta per pagare i creditori. 




















Cosa aggiungere ancora? 
Forse che per me il fascino della Polaroid è rimasto intatto e mai sarà superato da un display a colori. In quell'attimo tra uscita e sviluppo c'è tutto un mondo di attesa e curiosità che oggi stà muorendo insieme alle ultime Polaroid.

5 commenti:

  1. anche io adoro la polaroid, ricordo che quei pochi istanti, prima che la foto fosse visibile mi davano il batticuore...mai un display mi darà il batticuore, adesso le guardiamo e le cestiniamo con la stessa indifferenza, prima belle o brutte che fossero quelle immagini rimanevano per sempre...qualche anno fa una mia amica nel giorno del suo matrimonio mise su ciascun tavolo una polaroid per permettere ai suoi ospiti di portrasi via un ricordo di quel giorno...la trovai una pensata geniale! baci

    RispondiElimina
  2. Quanto mi piacerebbe averne una. Sono (erano) fantastiche.

    RispondiElimina
  3. Klic ! Zirrrr !
    Da quella scatola dalle forme così starne, dall'ultima feritoia in basso sul davanti, spuntava la sua linguetta 5X7 ,ondeggiante, simile a quella di un meticcio oggetto d'attenzioni.
    Tutti si rimaneva in attesa ,quasi che lo sviluppo ,magico,senza acqua, senza intervento alcuno,fosse causato dalla semplice attenzione degli astanti.
    ''Stacco ?''
    No attendi ancora un pò !
    Ma dai è pronta!
    meglio attendere ancora.
    No troppo prima si stacca il colore.
    Quella era la festa, in quel momento tutti sorridevano più che in posa.
    ''E' mia questa è bella e la prendo io, no la vorrei io, ne facciamo altre ''mai uguali ,mai simili, ma irripetibili.

    RispondiElimina
  4. La Polaroid era un momento magico...che nessuna digitale potrà mai ridarci...

    RispondiElimina
  5. Carissimi Ady, Hamelin, Tonino e Emotionally, perchè non fondiamo tutti insieme una fabbrica e la produciamo noi la Polaroid!!!!

    RispondiElimina

Related Posts with Thumbnails