sabato 14 novembre 2009

CIAO





Proprio ieri sera mi è successa una cosa straordinaria: ho visto un CIAO parcheggiato vicino alla mia macchina!!! Che emozione, erano secoli che non ne vedevo uno. E' stata una bella sensazione che mi ha fatto tornare indietro nel tempo, a quando il CIAO si poteva guidare senza patente, senza targa e senza casco, quasi come una bicicletta. Il CIAO infatti aveva la possibilità di disinnescare la ruota posteriore dal motore trasformandosi da motorino a silenziosa bicicletta. Oggi di CIAO se ne vedono più pochi in giro e chi ne possiede ancora uno si ritrova possessore di un piccolo veicolo d'epoca. A partire dagli anni 70 il CIAO è stato uno dei motorini più amati e venduti in Italia anche perchè incarnava il sogno di libertà degli adolescenti.
I parcheggi dei centri storici ne erano pieni. Una curiosità è che per la campagna di lancio del motorino furono cercate idee anche nel mondo dei vespisti. Il CIAO infatti monta un motore elastico e generoso simile a quello adottato dalla Vespa, una soluzione che si rivelò utile sia per le tasche che per l'ambiente. Sicuro ed efficiente il CIAO è sempre stato apprezzato per l'eleganza e per la perfezione dei suoi congegni meccanici.
Insomma... che flash ieri sera!!!!!! Per un attimo mi sono ritrovata sedicenne quando il mio grande amore girava proprio con uno scassatissimo CIAO.



1 commento:

  1. già, quante avventure tu con il tuo BMK e la Pally con il suo CIAO... che coppia:)

    RispondiElimina

Related Posts with Thumbnails