giovedì 31 dicembre 2009

IL CAPODANNO, IL ROSSO E LA CINA

















 




Il Capodanno è un giorno con un suo fascino particolare, un giorno con le bollicine, un giorno in cui il rosso ne fa da padrone un giorno e una notte in cui tutto è possibile, un giorno fatto solo di dieci secondi, un giorno lungo un anno. Un giorno romantico pieno di candele rosse, vischio, stelle di Natale e saponette profumate. Una delle domande che ricorre frenetica il 31 è: "Come mi vesto"? L'uso più in voga per la notte di Capodanno è quella di indossare qualcosa di rosso.





 















L'usanza risale ai tempi di Ottaviano Augusto, quando le donne e gli uomini erano usi indossare per il Capodanno Romano questo colore che rappresentava già allora il potere, il cuore, la salute e la fertilità. Andando ancora più indietro nel tempo l'uso del rosso si ritrova addirittura nelle antiche usanze cinesi che prevedevano striscioni augurali rossi appesi su tutte le porte di casa. Anche in questo caso il rosso indica il colore del matrimonio, della gioia e della felicità.





 












Quindi qualunque cosa decidiate di indossare: gonna o pantaloni, vestito o tuta il punto di partenza è semplice: il rosso!!! Che sia il colore dell'intero abito da sera, della singola maglietta, della sciarpa o dell'intimo, l'importante è averlo addosso!!! Io sò già cosa indosserò questa sera di rosso... e voi?!

lunedì 28 dicembre 2009

TUTTI I COLORI DEL LUNEDI

GRIGIO


















 



Il grigio è uno strano colore, un colore che non riesco ad associare a nulla di positivo io infatti lo lego alla noia, alla nebbia, all'indifferenza, alla pigrizia, al traffico, alla città, alla falsità, alla pigrizia (un pò come "gli uomini grigi" nel libro "Momo").
Vi prego trovate almeno voi un pensiero positivo legato a questo colore!!!!

sabato 26 dicembre 2009

NATALE A CASA


















 



In questi giorni stò pensando di raccogliere firme per una petizione: "CHIUDIAMO IL CINEMA". Sono ormai arrivata alla frutta, non credo di poter sopravvivere ad un altro cinepanettone : (
Da anni a Natale i film di Cristian De Sica e Massimo Boldi sbancano i botteghini e ogni anno non mi capacito come si possa vedere un film che è la copia esatta di quelli precedenti. Premesso che la comicità volgare non mi fa ridere io mi chiedo come si possa ogni Natale ridere delle stesse squallide battute. Capisco il rito del film di Natale da vedere con gli amici ma fra tutti quelli in uscita ce ne sono sicuramente di migliori. Un altra cosa che non mi spiego è come facciano i genitori a portare i bambini.
Vi sembrano film per la famiglia?
Vedere entrare nelle sale che proiettano questi film bambini di 7-8 anni mi dà il voltastomaco. Forse mio padre era esagerato che ogni volta che in un film due si baciavano o dicevano una parolaccia cambiava canale, ma da qui a vedere tette, culi, parolacce o situazioni volgari c'è un abisso. A mio parere a 8 anni i bambini non hanno gli strumenti per certe immagini o parole. Proprio ieri mio cugino tutto contento abbraccia la figlia dicendole di avere una sorpresa ovvero di avere affittato "Natale a Rio" l'unico che ancora non avevano visto. Mia nipote ha 9 anni. Non ho fatto nessun commento, sono rimasta semplicemente senza parole.


venerdì 25 dicembre 2009

BUON NATALE















25 dicembre 2009...
E' Natale...

Colgo l'occasione per fare a tutti i miei auguri: auguro a tutti un Natale che ci permetta di capirne il suo significato più profondo, un Natale che vada oltre la bellezza degli addobbi o la gioia dei regali. Non dimentichiamo che oggi è la festa del più povero tra i poveri, nato umilmente in una mangiatoia; colui che ci ha insegnato a perdonare i propri nemici, ad amare tutti senza nessuna distinzione; colui che ancora oggi dopo duemila anni continua a proporci un cammino diverso.

BUON NATALE.

lunedì 21 dicembre 2009

TUTTI I COLORI DEL LUNEDI

NERO

























Il nero, il nero e la notte, il nero della paura, dell'eccesso e della sensualità.

sabato 19 dicembre 2009

EDITH SODERGRAN

EDITH SODERGRAN (1892-1923)


















Edith Sodergran nasce a Pietroburgo da genitori
finlandesi di lingua svedese, trascorre quasi tutta la vita a Raivola in Carelia. Frequenta una scuola tedesca. Edith passa lunghi anni in sanatori perchè malata di tisi. Debutta come poetessa nel 1916 con un volumetto di poesie cui ne seguiranno altri nel 1918 e nel 1919. L'ultima sua opera è "Il paese che non esiste" che uscirà postumo nel 1925. Edith infatti morirà di tisi a soli trentun anni, povera e sconosciuta, trovando solo dopo la morte fama internazionale.



IL PAESE INESISTENTE

Ho smania del paese inesistente,
perchè desiderare l'esistente
mi ha stancata. La luna
mi racconta, in rune d'argento,
la storia del paese inesistente.
Là dove tutti i nostri desideri
sono mirabilmente soddisfatti,
dove cadono tutte le catene
e la rugiada lunare
placa la fronte ferita.
La mia esistenza è stata
un delirio bruciante.
Ma con una scoperta, una conquista:
la via per il paese inesistente.

In quel paese assente
l'uomo che amo porta una corona
sfavillante. Che uomo?
Tenebrosa è la notte,
e la risposta vibra nelle stelle.
Chi è? Come si chiama?
L'arco dei cieli si solleva ancora
e annega un figlio d'uomo nelle nebbie
sconfinate, ignorando la risposta.
Ma la certezza sta nel figlio d'uomo.
Stende le braccia, e supera
tutti i cieli. Discende la risposta:
E' me che ami, e che amerai in eterno.

lunedì 14 dicembre 2009

TUTTI I COLORI DEL LUNEDI

BIANCO


























Dopo una settimana di pausa ecco di nuovo la mia rubrica del lunedì!!!!

Il bianco sarà il colore di questa settimana.
Il bianco e l'ambiguità che esso porta dentro di me.
Il bianco che amo per i valori che rappresenta: purezza, castità, bellezza.
Il bianco che nella vita di tutti i giorni tende ad annoiarmi.
Sarà perchè alle bionde il bianco stona (ora che mi è cambiato il colore dei capelli va un pò meglio), sarà perchè i piatti bianchi mi ricordano l'ospedale, sarà perchè il bianco è un non colore e io ho un anima colorata.
Però mi piace il bianco della neve, il foglio bianco che aspetta di essere disegnato, lo zucchero filato, il cappuccino.
Insomma non riesco a prendere una decisione netta su questo colore.

E voi, voi cosa ne pensate?

domenica 13 dicembre 2009

07-12-2009

Quest'anno è stato un compleanno molto speciale per una valanga di motivi, su tutti ce n'è uno in particolare che più degli altri mi ha reso molto felice. Inaspettatamente ho ricevuto tra i regali due bellissime macchinette fotografiche!!!
La prima viene da un passato lontanto, è arrivata un pò di tempo prima del 7 perchè
ha avuto bisogno di un breve restyling.





















Non è stupenda?!?!? Quando la uso mi sembra di essere nei primi del 900!!! Appena avrò sviluppato il primo rullino pubblicherò qualche foto.
La seconda invece è una Yashica IX 103, è arrivata come una giornata di primavera a gennaio, come una festa di carnevale ad agosto o un gol su rovesciata durante una partita di calcetto!!!
Insomma dire che sono rimasta stupita, sorpresa, sbalordita è dire poco!!!
Grazie e ancora grazie.

P.S.
ora per il prossimo compleanno come regalo vorrei un borsone per poterle portare sempre con me... fino ad ora con due macchinette è stato abbastanza semplice ma con quattro non sò proprio come farò!!!


venerdì 11 dicembre 2009

FIRENZE (4)

LE VETRINE

E per finire il mio reportage fiorentino ecco a voi le vetrine del centro: erano così carine da non poter fare a meno di essere fotografate!!!

Da Dolce e Gabbana alla Ferrari passando per Louis Vuitton e tanti altri!!!



FIRENZE (3)

LE STATUE

Firenze e le sue statue.
Statue così enormi da farti perdere l'equilibrio.
L'equilibrio già instabile di chi è innamorato.



mercoledì 9 dicembre 2009

FIRENZE (2)

LA CAMERA

La camera, bellissima, è arredata con cura ed eleganza, un
tocco di romanticismo è dato dalle candele. Per accedere alla camera si deve attraversare il giardino dell'Orto de Medici.

martedì 8 dicembre 2009

FIRENZE (1)

Firenze... Firenze e ancora Firenze... una settimana per un giorno...


L'HOTEL

L'Hotel è situato in un palazzo dei primi dell'800 in una strada tranquilla nel centro di Firenze, nei pressi della Galleria dell'Accademia e a circa cinque minuti a piedi dal Duomo e dalla Fortezza da Basso. L'Hotel si affaccia sul prestigioso giardino dell'Orto dei Medici dove alla fine dell'400 Lorenzo de Medici, "il Magnifico", mise su una scuola per scultori, riconosciuta come la prima Accademia d'arte d'Europa. Tra i primi allievi Michelangelo Buonarroti, il quale apprese qui le tecniche artistiche che gli permisero di creare, pochi anni dopo i grandi capolavori come il David e la Pietà.


lunedì 7 dicembre 2009

TRENTA PAROLE PER UN GIORNO




















un giorno... tiepido
un giorno... coccoloso
un giorno... ridente
un giorno... mangiucchioso
un giorno... soleggiato
un giorno... tenero
un giorno... lento
un giorno... limpido
un giorno... gustoso
un giorno... sereno
un giorno... succoso
un giorno... dolcissimo
un giorno... pulito
un giorno... romantico
un giorno... cioccolatoso
un giorno... lungo
un giorno... caldo
un giorno... passeggiante
un giorno... fidanzato
un giorno... musicale
un giorno... canterino
un giorno... infinito
un giorno... piovoso
un giorno... freddoloso
un giorno... sorprendente
un giorno... ricco
un giorno... fotografico
un giorno... sbaciucchioso
un giorno... felice

domenica 6 dicembre 2009

TRENTA GIORNI IN TRENTA PAROLE

IL MIO PERSONALISSIMO COUNTDOWN



























pensa... Firenze
sogna... Firenze
respira.. Firenze
colora.. Firenze
mangia... Firenze
scrive... Firenze
cucina... Firenze
immagina... Firenze
beve... Firenze
canta... Firenze
ride... Firenze
gioca... Firenze
disegna... Firenze
vuole... Firenze
racconta... Firenze






















balla... Firenze
fotografa... Firenze
dorme... Firenze
spera... Firenze
cerca... Firenze
urla... Firenze
corre... Firenze
dipinge... Firenze
suona... Firenze
recita... Firenze
cammina... Firenze
lecca... Firenze
aspetta... Firenze
compra... Firenze
soffia... Firenze


sabato 5 dicembre 2009

TERRE DI MEZZO











In questo ultimo periodo mia figlia prima di addormentarsi è andata in "fissa" per le favole dell'africa nera. Il libro dal quale leggo si intitola: "Il giorno in cui il leone regalò una coda agli animali". Ho acquistato questo libro da un venditore ambulante venendo così a conoscenza di "Terre" (visitate il loro sito).
Quest'ultimo è un giornale di strada che da 10 anni offre ai suoi venditori occasioni di dignità e integrazione attraverso una collaborazione concreta. I venditori sono stranieri che desiderano integrarsi in modo legale nel nostro Paese. "Terre di mezzo", con la vendita ambulante di giornali e libri, offre loro un opportunità. In 10 anni circa 800 persone hanno venduto il giornale per periodi più o meno lunghi permettendo loro di vivere una vita dignitosa in Italia e sostenere le loro famiglie nel Sud del mondo. I venditori di "Terre di mezzo" si riconoscono da una tessera con nome e foto.

Il libro che ho acquistato è molto bello, l'Africa infatti ha un'antica tradizione di narrazioni e si avverte un pò la magia come se aprendo il libro e leggendo ad alta voce ci si trovasse insieme in cerchio, come in una tribù per lasciarsi incantare dalle storie di questi animali in fondo così simili a noi.

lunedì 30 novembre 2009

TUTTI I COLORI DEL LUNEDI

ARANCIONE



























L'arancione è un colore che a me fa venire in mente le persone allegre, le sorprese e le follie!!! E a voi?!?! 

domenica 29 novembre 2009

sabato 28 novembre 2009

BABBO NATALE... CERCASI...














Un agenzia che si occupa dell'organizzazione di eventi di vario genere, la Pink Animation, ha pensato, da qualche anno di fornire un servizio di consegna a domicilio dei regali di natale ai bambini che si siano dimostrati veramente i più buoni.
Proprio in questi giorni l'agenzia ha aperto le selezioni per la ricerca del Babbo Natale perfetto. Il suo compito consisterà nella consegna dei regali nelle case delle famiglie che sceglieranno questo tipo di servizio.
I bambini potranno quindi ricevere direttamente da Babbo Natale i doni richiesti!!!
Le consegne dei regali hanno la durata di circa 30 minuti e il "gigante rosso" sarà accompagnato dal suo fedele aiutante folletto, parlerà con i bambini consegnandogli i doni e facendogli promettere di essere ancora più buoni in futuro.
Gli orari di consegna sono all'incirca questi: dalle 18.30 fino alle 24.30 del 24 dicembre e dalle 9 alle 13 del 25. La retribuzione del Babbo Natale prescelto è da stabilirsi.

Per candidarsi inviare il curriculum all'indirizzo info@pinkanimation.com

Buona fortuna!!!!

lunedì 23 novembre 2009

TUTTI I COLORI DEL LUNEDI

VERDE


























Il verde è un colore bellissimo perchè lo associo a momenti e persone per me molto importanti. Questo colore infatti è legato al viaggio, alla primavera, alla forza della natura, alla gentilezza, al calcetto: mio fratello è verde. E voi cosa associate a questo colore?

sabato 21 novembre 2009

NELLY SACHS

NELLY SACHS (1891-1970)





















Nelly Sachs nasce a Berlino il 10 dicembre 1891, di origini ebraiche è figlia di un ricco commerciante. Subisce la persecuzione hitleriana e quando stà per recarsi in un Arbeitslager, riesce a rifugiarsi a Stoccolma grazie all'aiuto di Selma Lagerlof, cui aveva dedicato una raccolata di leggende e racconti. Qui acquista fama come traduttrice dei poeti svedesi contemporanei. Solo nel 1947 pubblica un suo libro di poesie che avranno come tema la fuga e la persecuzione. Nel 1966 vince il Premio Nobel. Muore a Stoccolma nel 1970.


PROTETTI SONO GLI AMANTI

Protetti sono gli amanti
sotto il cielo murato.
Un elemento misterioso gli dà il fiato
e fanno vivere le pietre
e tutto ciò che cresce
trova ormai una patria solo in loro.

Protetti sono gli amanti
e solo per loro gli usignoli continuano a cantare
e non sono morti nella sordità
e la quiete leggenra del bosco, i caprioli,
soffrono per loro in mansuetudine.

Protetti sono gli amanti,
vedono il dolore nascosto del tramonto
sanguinare sul ramo di un salice
e di notte si esercitano sorridendo alla morte,
la quieta morte,
con ogni fonte che stilla in nostalgia.

lunedì 16 novembre 2009

TUTTI I COLORI DEL LUNEDI

ROSA

























Il rosa è un colore che ho imparato ad apprezzare da poco, prima lo snobbavo altamente (se si può dire così di un colore). Il rosa è il colore della dolcezza, della timidezza, dell'infanzia, della tenerezza. E voi quali sensazioni associate a questo colore?




sabato 14 novembre 2009

CIAO














Proprio ieri sera mi è successa una cosa straordinaria: ho visto un CIAO parcheggiato vicino alla mia macchina!!! Che emozione, erano secoli che non ne vedevo uno. E' stata una bella sensazione che mi ha fatto tornare indietro nel tempo, a quando il CIAO si poteva guidare senza patente, senza targa e senza casco, quasi come una bicicletta. Il CIAO infatti aveva la possibilità di disinnescare la ruota posteriore dal motore trasformandosi da motorino a silenziosa bicicletta. Oggi di CIAO se ne vedono più pochi in giro e chi ne possiede ancora uno si ritrova possessore di un piccolo veicolo d'epoca. A partire dagli anni 70 il CIAO è stato uno dei motorini più amati e venduti in Italia anche perchè incarnava il sogno di libertà degli adolescenti.
I parcheggi dei centri storici ne erano pieni. Una curiosità è che per la campagna di lancio del motorino furono cercate idee anche nel mondo dei vespisti. Il CIAO infatti monta un motore elastico e generoso simile a quello adottato dalla Vespa, una soluzione che si rivelò utile sia per le tasche che per l'ambiente. Sicuro ed efficiente il CIAO è sempre stato apprezzato per l'eleganza e per la perfezione dei suoi congegni meccanici.
Insomma... che flash ieri sera!!!!!! Per un attimo mi sono ritrovata sedicenne quando il mio grande amore girava proprio con uno scassatissimo CIAO.

lunedì 9 novembre 2009

TUTTI I COLORI DEL LUNEDI

GIALLO

























Il giallo lo associo a sentimenti ed emozioni bellissime, proprio per questo da un pò di tempo a questa parte è diventato il mio colore preferito. Indosso sempre qualcosa di giallo (anche quando non si vede) dormo in qualcosa di giallo, mangio qualcosa di giallo, mi contorno di cose gialle, le mie amiche sono gialle!!! In poche parole per me questo colore esprime: l'allegria, la vita, l'estate, le persone simpatiche, dimenticavo, mia sorella è gialla!!! E voi quali emozioni, stati d'animo associate al giallo?


sabato 7 novembre 2009

ALDA MERINI


















ALDA MERINI (1931-2009)

Alda merini nasce a Milano il 21 marzo 1921. Frequenta le scuole professionali, chiede di essere ammessa al liceo ma non supera la prova d'italiano. Esordisce come autrice alla tenera età di quindici anni. Nel 1947 viene internata per un mese all'ospedale psichiatrico Villa Turno. Nel 1953 sposa Ettore Carniti dal quale avrà la sua primogenita Emanuela. La poetessa inizia poi un triste periodo di silenzio e di isolamento e viene internata al "Paolo Pini" fino al 1972, periodo durante il quale non manca comunque di ritornare in famiglia e durante il quale nascono altri tre figli. Dopo alternati periodi di salute e malattia che duranto fino al 1979 Alda torna a scrivere. Lo fa con testi intensi e drammatici che narrano della sua esperienza in manicomio. I testi sono raccolti nella "La Terra Santa" pubblicato nel 1984. Rimasta vedova Alda da in affitto una camera della sua casa al pittore Charles con il quale poi si sposerà nel 1983. Alda si trasferisce tre anni a Taranto dove verrà di nuovo internata. Torna poi a Milano dove ritroverà la serenità. Sono questi anni produttivi che la porteranno a vincere numerosi premi letterari, uno su tutti il "Premio Viareggio" nel 1996. Il suo ultimo lavoro è datato 2006. Alda Merini muore a Milano il 1 novembre 2009 nel reparto di oncologia dell'ospedale San Paolo a causa di un tumore osseo.


POETI

I poeti lavorano di notte
quando il tempo non urge su di loro,
quando tace il rumore della folla
e termina il linciaggio delle ore.

I poeti lavorano nel buio
come falchi notturni od usignoli
dal dolcissimo canto
e temono di offendere Iddio.

Ma i poeti, nel loro silenzio,
fanno ben più rumore
di una dorata cupola di stelle.



Io credo che l'esperienza di Alda in manicomio si un qualcosa che vada al di là dell'immaginazione, la follia è un mondo parallelo e solo chi ha conosciuto un pazzo può cercare di capirne l'essenza. L'essenza celata dietro quegli sguardi allucinati, quelle vocine acute, quelle risate stonate.




Dato che si tratta di una poetessa molto speciale vi lascio due link.


Adesso fate come vi dico: "smettete di leggere, cliccate qui sotto, mettetevi seduti e chiudete gli occhi... la magia dell'ascolto farà il resto" ; )


LETTERE

CANZONE

lunedì 2 novembre 2009

TUTTI I COLORI DEL LUNEDI

AZZURRO

























Questa settimana nel mio girovagare mi ero messa in testa di fotografare tutto il rosa che avesse intralciato il mio cammino e invece ovunque giravo lo sguardo.... !!! Così il rosa dovrà aspettare. L'azzurro è un colore che mi piace abbastanza anche se non ci vado matta, lo associo alla leggerezza, alla tranquillità, al riposo e soprattutto a mia mamma : )

sabato 31 ottobre 2009

CIMITERO CHE PASSIONE




Tra due giorni sarà il 2 novembre, giorno in cui si va al cimitero a trovare chi non c'è più. Fin da piccola amavo molto questo momento, mi piaceva andare con tutta la famiglia a comprare i fiori: "solo rossi per la zia Teresa perchè quello era il suo colore preferito". Poi varcare il cancello ed entrare nel regno dei morti.
Ricordo che la maggiorparte delle volte pioviginava perchè ho l'immagine di me e mio fratello con gli ombrelli anche se noi li utilizzavamo per fingere di essere ciechi!!!
La prima tomba che incontravamo era quella di mio nonno Giulio, lì vicino poi c'era quella di un ragazzino amico di mio padre di cui lui ci raccontava sempre la storia. Dopo scendevamo nella parte nuova del cimitero dove si trovano le mie zie preferite: Teresa e Delfa. Ho sempre voluto essere io a mettere i fiori rossi, ricordo l'emozione forte nel sentirle così vicine da poterle quasi sfiorare davvero.
Risalendo ci fermavamo a fare due risate da mio nonno Vincenzo, un uomo che ne ha combinate così tante che anche da morto ci faceva ridere!!! Tornando verso l'uscita ci sono tre cose che devo fare. La prima è leggere le iscrizioni bellissime sopra alcune tombe. La seconda è lasciarmi intenerire dai loculi spogli di fiori e di lumini, coperti di polvere e ragnatele e domandarmi come mai nessuno li va mai a trovare.
Poi dopo il saluto alla zia Peppona il mio solito urlo: "ASPETTATEMI UN ATTIMO QUI....!", la mia corsa tra le cripte alla ricerca di Lui... non trovarlo... mio padre che mi chiama... io più veloce lo cerco... non potrei mai andare via senza avergli dato la rosa. E poi eccolo lì il mio capitano nel suo mezzo busto di bronzo incurante del tempo che passa... bellissimo. Lo guardo e ricordando il suo eroismo depongo la rosa. Di nascosto lo bacio e corro via. Quando varco il cancello di uscita mi sento spaesata, come fossi appena uscita da un cinema.
Sono alcuni anni che per cause di forza maggiore non sono potuta andare, ma, il 2 novembre sono sempre un pò malinconica e mentalmente immagino di fare il solito giro e di incrociare ancora una volta lo sguardo del mio capitano.



lunedì 26 ottobre 2009

TUTTI I COLORI DEL LUNEDI

MARRONE

























Il colore che ho scelto e fotografato questa settimana è il marrone.
Ho dovuto pensarci un pò per sapere dentro di me cosa rappresenta questo colore poi l'ho capito. Il marrone a me fa pensare all'autunno, al vento, alla pioggia, al caminetto acceso, a due bicchieri di vino, questo poi è il colore che associo a mio padre.


Related Posts with Thumbnails